Olbia, Canzi: "Abbiamo interpretato bene la gara, sono rammaricato"

27.09.2020 23:50 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Massimiliano Canzi
© foto di Uff. Stampa Olbia
Massimiliano Canzi

Inizia con una sconfitta interna il campionato dell'Olbia, sconfitto di misura al "Bruno Nespoli" per 1-0 dal Pontedera. Al termine del confronto ha parlato il tecnico dei sardi Max Canzi in sala stampa. Ecco le sue dichiarazioni, raccolte dai colleghi di centotrentuno.com

"Non siamo qui per far belle prestazioni, o meglio non solo quelle. Sono rammaricato anche se giocando sempre così i punti li faremo, certo, dobbiamo fare di più perché questo non è bastato. Avevo chiesto si ragazzi una partita da pala e piccone e lo hanno fatto. Mi aspettavo esattamente questo, anzi sono stati anche molto più bravi nell’affrontare questo avversario, ci siamo adattati molto bene alle loro caratteristiche”. Partita non facile. “Le seconde palle sono state l’ago della bilancia, la gara è stata preparata in quel modo”.

Sui singoli questa è la valutazione del tecnico "Cocco e Gagliano hanno ancora margine di miglioramento, quando hanno dialogato anche con il trequartista siamo stati pericolosi. Ma non dimentichiamo che sia Gagliano che Marigosu erano al loro esordio tra i pro, non considerando Cagliari. Oggi non ho visto peccati di gioventù”.

Infine sul cambio di modulo nel finale il mister sardo dice: "Oggi non avevamo molte soluzioni tra squalificati e infortunati ma abbiamo provato a cambiare l’inerzia della partita con il 4-2-4”.