Pontedera, Maraia: "Risultato che ci penalizza eccessivamente"

16.02.2020 23:45 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Ivan Maraia tecnico Pontedera
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ivan Maraia tecnico Pontedera

Non è bastato il cuore al Pontedera per evitare la prima sconfitta interna stagionale, maturata questo pomeriggio allo stadio "Ettore Mannucci" per mano della Giana Erminio per 2-0. Al termine del confronto è intervenuto in sala stampa il tecnico Ivan Maraia, analizzando nel dettaglio la prestazione dei suoi anche alla luce delle numerose assenze:

"Abbiamo affrontato una squadra che nelle ultime partite ha prodotto occasioni e gol, stasera non abbiamo concesso ai nostri avversari. La squadra è stata attenta e brava a partire dagli attaccanti, siamo stati puniti da un tiro da fuori, la dimensione della sconfitta è eccessiva per quanto prodotto. Siamo consapevoli della difficoltà del momento, lo superiamo se continuamo ad avere determinazione, volontà e sacrificio. Non ho nulla da dire ai ragazzi, quando una squadra da tutto non possiamo dirgli niente. Alcuni giocatori erano fuori ruoli altri avevano pochi minuti nelle gambe, adesso non ci sono risultati ma l'atteggiamento è quello giusto. Mancano i risultati, non siamo contenti noi e nemmeno lo sono i tifosi o la società.

I colleghi chiedono da dove ripartono i granata :" Martedì si riparte tranquillamente. Io riparto dalla prestazione non mi faccio condizionare dal risultato, sarei più preoccupato se avrei colto degli atteggiamenti negativi. Adesso facciamo fatica a fare molte cose, manca probabilmente la fiducia. Farò capire ai risultati, che attraverso il giusto approccio possiamo tornare a fare risultato".

Non è piaciuta la direzione del direttore di gara, a partire dal mancato secondo cartellino giallo a Pinto: " Era un fallo piuttosto netto, probabilmente non avrebbe inciso sulla gara, in ogni caso si è trattato di un intervento evidente. Se non consideri volontario quel fallo non puoi dare poi rigore a Ropolo nel finale, comunque non vogliamo puntare troppo l'attenzione su questo episodio".