Pres Alessandria: "C fuori da Coppa? Preclusa possibilità di storie come nostra"

07.05.2021 10:30 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Luca Di Masi
TMW/TuttoC.com
Luca Di Masi
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Luca Di Masi, presidente dell'Alessandria, club che nella stagione 2015/16 riuscì ad arrivare fino alla semifinale della coppa nazionale, è intervenuto dalle colonne de La Stampa per commentare la decisione di varare un nuovo format della Coppa Italia che prevede l'esclusione delle squadre di Serie C: "Una brutta pagina per il calcio e per come lo vuole la gente: a priori viene preclusa la possibilità di scrivere storie meravigliose come la nostra. Non solo il tifoso si appassiona a storie come quella dell’Alessandria 2015-2016: noi col Genoa che passiamo il turno con un uomo in meno al termine di una partita al cardiopalma sono momenti che avvicinano al calcio a prescindere dal tifo. Tanti appassionati, pur non seguendo da vicino quello transalpino, si ricordano dell’impresa del Calais che arrivò in finale di Coppa di Francia. L’esclusione è un qualcosa di negativo specie se viene fatta a priori in un momento come questo quando il calcio dovrebbe essere inclusivo".

Inevitabile poi per il numero uno dei grigi tracciare un bilancio della stagione, che ha visto la rimonta dei suoi, fino alla sconfitta di Como che è valsa la promozione diretta dei lariani: "Sono dispiaciuto che i ragazzi non abbiamo potuto giocarsela al meglio contro il Como. Fino al giovedì perfetti poi è successo quello che sappiamo: il sabato prima della partita alle 23, 0 c’erano giocatori che piangevano per l’emozione di sapere che erano negativi e sarebbero scesi in campo. Poi nessun alibi: abbiamo perso. Adesso dobbiamo solo tornare ad una certa normalità sia fisica che mentale".