Pro Vc, Carosso: "Chiellini il mio idolo, Scamacca il più difficile da marcare"

25.02.2021 10:10 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Alessandro Carosso
TMW/TuttoC.com
Alessandro Carosso
© foto di Ivan Benedetto/Uff. Stampa Pro Vercelli

Alessandro Carosso, difensore della Pro Vercelli, si è raccontato ai microfoni dei canali ufficiali delle Bianche Casacche: "Il mio esordio l'anno scorso? Ho sempre detto che è stata una emozione molto forte, perché comunque ero molto giovane ed ero titolare, era un bel peso. Succede tutto negli attimi prima della partita, ma appena l'arbitro fischia pensi solo a giocare. In questi due anni Scamacca è stato il più difficile da marcare, per 20 minuti è stato bello tosto trattenerlo. Il mio idolo? Chiellini, si è sempre dimostrato un punto di riferimento e un professionista vero fuori e dentro il campo. Il mio numero 31? E' nato tutto dal fatto che fosse il 31 luglio, ho deciso di prendere il 31, poi ci ho pensato tornando a casa, è il numero dei caduti di Superga e ha assunto un significato importante. Questa è una piazza molto importante e auguro a qualsiasi giovane di venire, i tifosi sono molto attaccati alla società, difficilmente si sentono critiche. Il ricordo più caro? Il derby dell'anno scorso, l'abbraccio col mister a fine partita, era la mia seconda da titolare, è stato emozionante. Obiettivi per il futuro? Arrivare il più in alto possibile, ma non me ne metto uno solo, me ne metto tanti da raggiungere piano piano".