Top & Flop di Carrarese-Arezzo

17.11.2019 20:12 di Pasquale Demarte   Vedi letture
Stadio 'dei Marmi'
Stadio 'dei Marmi'

Termina in partità 2-2 il derby toscano al “dei Marmi” di Carrara tra la Carrarese e l’Arezzo. Partita pazzesca che gli amaranto riescono a rimontare a 5 minuti dalla fine. Ma andiamo con ordine. Primo tempo a due facce. Nella prima parte l’Arezzo ha 3 buone occasioni, 2 con Cutolo e una con Tassi: nella prima il capitano amaranto fa partire un diagonale che Forte respinge e poi bellissima la punzione del numero 10 aretino, da circa 30 metri,respinta in calcio d’angolo dall’estremo difensore apuano. La terza occasione capita nei piedi di Tassi che da buona posizione spedisce alto. Nella seconda parte del primo tempo la Carrarese si sveglia e ha due occasioni con Cardoselli che prima manda fuori un colpo di testa da buona posizione su cross invitante di Ciancio dalla destra e poi spara alto da posizione molto favorevole un assit perfetto di Maccarone. Nel secondo tempo si vede subito che la Carrarese ha una marcia in piu e al 53° minuto passa in vantaggio: punzione di Valente dalla destra vicino alla bandierina del corner; mischia nell'area piccola davanti a Pissardo; la sfera arriva a Conson che tira di prima e infila il portiere Aretino. La reazione dell’Arezzo non arriva, ma arriva invece il raddoppio degli apuani al 65° minuto: sugli sviluppi di un calcio d'angolo di Valente dalla sinistra, la palla arriva a Calderini dalla parte opposta che fa partire un contro cross in area per Infantino che tocca la palla quel tanto che basta per entrare nel sacco. 2 a 0 e derby che sembra ormai chiuso. Di Donato però non ci sta e mette in campo tutti gli uomini offensivi a sua disposizione in panchiana. Dopo questi cambi l’Arezzo comincia a macinare azioni importante e finalmente trova il gol che riapre la partita all’85° minuto con Cutolo: da dentro l’area piccola fa partire un gran sinistro che Forte non riesce a trattenere. L’Arezzo però non si accontenta e continua a spingere nei minuti finali della partita. La Carrarese non riesce più ad uscire dalla propria metà campo e subisce il definitvo pareggio: Cutulo calcia fortissimo una punzione dal vertice destro dell’area di rigore che trova le gambe di Infantino che devia involontariamente la sfera in gol.Ultimi minuti concitati del match e Arezzo vicinissimo al colpaccio ancora con Cutulo che calcia da 30 metri un’altra punizione potentissima, ma la palla finisce a lato di poco. Grande rammarico per la Carrarese per aver gettato via un doppio vantaggio gli ultimi 5 minuti di partita. I Gialloblu con questo pareggio salgono a 24 punti a pari punti con l'Alessandria. I piemontesi però hanno una partita in meno. Gli uomini di Baldini perdono dunque una grande chanches per andare al terzo posto e vedono aumentare a 12 punti il distacco dal Monza capolista. Punto prezioso per gli uomini di Di Donato che, trascinati dalla classe sempiterna del loro capitano Aniello Cutolo, riescono a recuperare un derby che sembrava ormai perso. L'Arezzo sale a 18 punti, tre punti in più rispetto al Gozzano, ultima squadra dei play out. Nel prossimo turno la Carraese andrà a Gorgonola contro l'Albinoleffe in una gara decisiva per gli apuani per rimanere a contatto con le alte posizioni di classifica, mentre l’Arezzo giocherà contro il Novara, in uno scontro interessante per mettere i bastoni tra le ruote alla squadra piemontese risalita in zone altissime di classifica.

TOP:

Cassio Cardoselli (Carrarese):  Nel primo tempo è l’uomo più pericoloso dei suoi, con due grandi occasioni per sbloccare la partita. Nel secondo tempo, soprattutto dopo il 2-0 cala come tutta la squadra, ma rimane una prova di grande corsa e sacrificio: VITA DA MEDIANO.

Aniello Cutolo (Arezzo):  giocatore di classe infinita e sempre più leader di questo Arezzo. Nel primo tempo ha due grandi occasioni per portare in vantaggio i suoi, nel secondo, realizza una doppietta gli ultimi 5 minuti di partita che fa guadagnare un punto insperato ai suoi. Giocate mai banali e sempre illuminanti. Da vero capitano si carica sulle spalle la squadra e la porta ad un pari preziosissimo: SUPERERORE.

FLOP:

Lorenzo Pasciuti (Carrarese): Diciamo lui, ma sarebbe stato più corretto dire tutta la Carrarese degli ultimi 20’. Per un centrocampista Top come Cardoselli, un Flop come Pasciuti: ci aspettavamo una gestione migliore del centrocampo, soprattutto nel secondo tempo e soprattutto dopo il 2 a 0 per i suoi, invece nulla. Non è più riuscito a dare i tempi alla sua squadra e piano piano il centrocampo dell’Arezzo lo ha sovrastato: DISTRATTO.

Walid Cheddira (Arezzo): è vero tanto lavoro sporco per lui, quasi sempre lasciato solo in attacco, visto che Cutolo si abbassava parecchio, ma ci aspettiamo di più dall’italomarocchino; almeno che tenga qualche pallone in più in avanti a faccia rifiatare i suoi: IMPALPABILE