Top & Flop di Carrarese-Pianese

14.12.2019 23:25 di Giacomo Principato   Vedi letture
Francesco Forte, TOP
© foto di Giuseppe Scialla
Francesco Forte, TOP

Se la Carrarese rimane col rimpianto di due punti persi, la Pianese gioisce per quello guadagnato allo stadio 'Dei Marmi' dove il derby toscano termina con un 1-1 al fotofinish. Al colpo di testa di Infantino risponde quello di Momentè in pieno recupero e per i gialloblu la corsa al podio ha un rallentamento. Risultato che, tutto sommato, può considerarsi giusto per quanto visto in campo con gli apuani un po' imprecisi e i bianconeri fermati dalle parate di Forte. Il portiere ex Viterbese salva tutto, tranne però la precisa zuccata dell'ex Pistoiese che carambola sulla traversa e termina in fondo al sacco. Decisivo ancora una volta l'attaccante bianconero che consegna a Marco Masi un punticino in chiave salvezza e condanna invece gli apuani a un arresto di certo non gradito.

TOP

Francesco Forte (Carrarese): para tutto ciò che può parare. Decisivo su Gagliardi, si ripete poi su Rinaldini in pieno recupero spedendo in angolo una conclusione angolatissima. Puntuale e senza sbavature nelle uscite, per lui prova assoluta positiva. IMPORTANTE

Matteo Figoli (Pianese): spunti continui e tanto lavoro per il centrocampista cresciuto nello Spezia che offre una prestazione di livello. Si fa spesso vedere in avanti dove combina con i compagni per poi servire buoni assist agli stessi. Esce stremato nel finale. CARICO

FLOP

I minuti di recupero della Carrarese: a stare un po' con la testa tra le nuvole alla fine si viene puniti. Nel corso dei cinque minuti di extratime la squadra di Silvio Baldini sembra staccare la spina rischiando prima di essere raggiunta da Rinaldini e poi subendo l'1-1 finale su un calcio d'angolo gestito male. DISTRATTI

La rete subita dalla Pianese: la Carrarese batte veloce una rimessa laterale e i bianconeri rimangono in bambola, finendo per lasciarsi scappare Infantino sul secondo palo libero di insaccare. Aveva offerto un'ora di gioco di attenzione e sacrificio la squadra di Marco Masi che ha rischiato di incorrere in una nuova sconfitta, per fortuna Momentè riesce a sistemare le cose nel finale. DISATTENZIONE