Top & Flop di Lucchese-Como

19.10.2020 19:55 di Alessio Lamanna   Vedi letture
Alessio Iovine
TMW/TuttoC.com
Alessio Iovine

Il Como si rimette in bolla. Quella da muratore, non quella anticovid (giusto specificare di questi tempi). Lo fa vincendo 3-2 con la Lucchese, che subisce la quarta sconfitta di fila ed è ultima in classifica. Troppo inesperta, troppo leggera la formazione rossonera, che subisce una marea di gol (quasi 3 di media a partita finora) e non sembra avere abbastanza giocatori di categoria. In tutto questo il Como segna tre reti, ne potrebbe segnare altrettante ma non chiude la partita e nel finale rischia addirittura il 3-3. I lariani hanno creato tanto, ma considerando il valore dell'avversario e la fatica nell'ottenere la vittoria, il ricordo del derby perso malamente è tutt'altro che cancellato. 

Inizio shock per il Como che al 9' è già in svantaggio: gol di Scalzi con complicità di Agyakwa e Facchin. Ma il pareggio è immediato e lo segna Bellemo, su un pallone vagante dopo un corner. Nel primo tempo i pericoli sono tutti creati dal Como: una traversa di Ferrari di testa, un tiro di Gabrielloni parato da Coletta e, al 28', il 2-1 di Iovine: avanzata indisturbata in contropiede e tiro dal limite dell'area che si insacca sul primo palo. 
A inizio ripresa un'occasione per parte, con Nannelli e Gabrielloni. Poi un calcio di rigore per parte: prima per i lariani lo guadagna il subentrato Cicconi e lo segna Ferrari, poi per i toscani lo ottiene Bitep e lo insacca Cruciani. Nel finale Cicconi sfiora il 4-2 con una bella girata che impegna Coletta, ma al 93' Nannelli ha la chance per il 3-3 non riuscendo però a indirizzarla in porta. 

Ecco i top e flop del match: 

TOP

Giovanni Nannelli (Lucchese): è lui l'unico che sembra avere i colpi per combinare qualcosa, tra i rossoneri. Non sempre li usa bene: il rimpianto dell'occasione nel finale è grosso. Però nel complesso la prestazione è positiva. Forse dovrà caricarsi sulle spalle la squadra finché la situazione sarà questa: non facile a 20 anni. RESPONSABILE

Alessio Iovine (Como): il modulo lo alleggerisce un po' dai compiti difensivi e lui ne approfitta segnando il gol del 2-1 e disputando una partita sostanziosa e di mestiere. A SUO AGIO


FLOP

La fase difensiva (Lucchese): 13 gol subiti in 5 partite. Oggi sarebbero potuti essere di più. E non c'è molto altro da dire. Forse schierare due giovanissimi come Papini e Solcia non è stata una grande idea, ma con Panariello e De Vito nelle scorse partite non è andata granché meglio. C'è molto, molto da lavorare per la salvezza. VULNERABILI

Davide Facchin (Como): chiamato in causa raramente, ma in quelle poche occasioni appare insicuro. Complice nell'occasione del gol di Scalzi, esce anche a vuoto su un corner. Il tutto una settimana dopo la giornataccia nel derby. Netto calo di forma per un portiere sempre stato affidabile. Che gli succede? IMPACCIATO