Top & Flop di Lucchese-Olbia

27.02.2021 19:50 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Daniele Ragatzu
TMW/TuttoC.com
Daniele Ragatzu

Si è chiuso il match giocato al "Porta Elisa" fra Lucchese ed Olbia, valido come uno degli anticipi della 27 ^ giornata girone B: 1-1 il finale.  Un pareggio che permette ai toscani di muovere la classifica mantenendo la distanza di otto lunghezze dai sardi in ottica forbice playout mentre la compagine di Max Canzi deve rammaricarsi per non aver concretizzato la superiorità emersa soprattutto nel primo tempo.In cronaca 3-5-2 il sistema di gioco dei padroni di casa, Giovanni Lopez conferma gli undici che avevano pareggiato otto giorni fa al "Moccagatta" di Alessandria contro la Juventus Under 23, dovendo fare a meno di Papini oltre ai lungodegenti Coletta, Dumancic, Sbrissa. Sull'altra sponda Max Canzi risponde schierando la squadra con il 4-3-1-2 preferendo Arboleda, Penningon e Cocco a La Rosa, Lella ed Udoh. Hanno un miglior approccio alla gara i galluresi trovando la rete al vantaggio al 10' con una giocata sontuosa di Ragatzu, il suo sinistro dal limite dell'area non lascia scampo a Biggeri. L'Olbia potrebbe raddoppiare al 18 Emerson pesca in area Cocco, la sua deviazione area trova l'ottimo intervento del portiere avversario, sull'altra sponda Tornaghi sbarra la strada a Petrovic. Il primo tempo non offre altri sussulti di rilievo. Nella ripresa esce dagli spogliatoi una Lucchese più vivace, al 5' arriva il pareggio sugli sviluppi di una punizione velenosa di Panati che sorprende Tornaghi. La gara si sporca, ne beneficia la compagine di Lopez che con tutte le proprie risorse riesce a portare a casa un risultato, sicuramente più utile per il morale. Nel finale reclama un penalty la squadra ospite per un contatto fra Udoh e un difensore toscano, l'arbitro ben posizionato non lo ritiene punibile di un calcio di rigore. Ecco i migliori e i peggiori del match:

TOP

Matteo Panati (Lucchese): si accende a sprazzi nel primo tempo provando a portare qualche minaccia alla difesa avversaria. Nella ripresa ha il merito e la fortuna di siglare il pareggio su punizione, partecipa alla manovra offensiva dei rossoneri con qualche buona accelerazione in campo aperto non concretizzata al meglio. VIVACE

Daniele Ragatzu (Olbia): classe sopraffina e classe che non ha niente a cui spartire con la serie C. Gioca la prima mezz'ora in maniera superlativa siglando un gol da categoria superiore, dando palloni intelligenti ai compagni. Nella ripresa fatica anche lui in una gara molto più spezzettata e sporca, quando tocca palla per gli avversari sono guai. DI ALTRA CATEGORIA

FLOP

Il primo tempo della Lucchese: i rossoneri per la nona partita su 14 prende gol fra le mura amiche nei primi dieci minuti, stavolta ha la fortuna di non compromettere la propria gara come avvenuto in passato. Ma per una squadra che deve lottare con l'unghia e i denti per andare ai playout non ci si può permettere di giocare con il freno a mano tirato. IMPAURITI

Christian Arboleda (Olbia): Qualche buona sgroppata nella prima frazione, dove però concede qualche spazio di troppo sulla sua zona di competenza quando spinge la Lucchese stringendo troppo verso il centro. Nella ripresa fatica in qualche frangente a limitare l'esuberanza della compagine toscana. INCERTO