Top & Flop di Monza-Pro Patria

22.01.2020 23:25 di Marco Grugni   Vedi letture
Top & Flop di Monza-Pro Patria

Con una rete per tempo  il Monza archivia la pratica Pro Patria e a fine gara festeggia il nuovo allungo in classifica, dato dalla contemporanea sconfitta del Pontedera nel derby toscano con la Carrarese. Sono ora 13 i punti di vantaggio sugli inseguitori.

L’inizio gara vede subito il Monza attaccaere prevalentemente dalle corsie laterali, Lepore e Anastasio centrano in area una serie di palloni che meriterebbero maggior concretezza da parte degli attaccanti. A rompere l’equilibrio ci pensa allora Fossati: il centrocampista classe ’92 si presenta per calciare una punizione conquistata da Iocolano. Il suo destro disegna una traiettoria che scavalca la barriera e risulta imprendibile per Tornaghi. Controllano i biancorossi e vanno vicini al raddoppio con Armellino, conclusione alta da centro area, e Anastasio ancora su punizione. In mezzo l’unica fiammata ospite: corner di Galli che trova l’uscita a vuoto di Lamanna, Mastroianni impatta bene, ma trova la traversa a negargli la gioia del gol. Nel finale di primo tempo bravo Tornaghi a dire no al colpo di testa di Iocolano. La ripresa vede la formazione di casa gestire il possesso palla senza alzare i ritmi, cosa che fa imbestialire Brocchi che vede gli avversari farsi più coraggiosi col passare dei minuti. All’ora di gioco scatta il momento di Mota Carvalho: l’attaccante portoghese, giunto in settimana dalla Juventus U23, mostra il peggio e il meglio del suo repertorio. Prima finalizza alle stelle un suggerimento di Iocolano che l’aveva trovato solo davanti a Tornaghi, poi devia imparabilmente di testa la punizione di Lepore e chiude la partita a dieci minuti dalla fine. Il  Monza così compie un altro passo verso la serie B, per la Pro Patria sconfitta indolore visti i risultati dagli altri campi, a patto che dalla prossima sfida il cammino salvezza riprenda.

Di seguito, i Top & Flop del match:

TOP

LEPORE-ANASTASIO (Monza): i due terzini sono gli attaccanti aggiunti di questa squadra. Dal primo minuto fioccano i palloni in area bustocca, l’imprecisione degli attaccanti non premia la spinta dei due giocatori. Costanti nel primo tempo, l’intensità cala leggermente nella ripresa complice un atteggiamento più propositivo degli ospiti. Ma ci sono loro nell’azione del 2-0: Anastasio trova una punizione che Lepore telecomanda sulla testa di Mota Carvalho. STANTUFFI


COMPATTEZZA DI SQUADRA (Pro Patria): al di là del risultato, l’obiettivo di Javorcic era tenere testa per 90 minuti agli avversari. La gara è sostanzialmente in equilibrio fino al gol del 2-0, con poco tempo per preparare la partita difficilmente si poteva fare meglio. Chissà cosa sarebbe cambiato se la palla di Mastroianni avesse incontrato la rete invece che la traversa. QUASI PERFETTI

FLOP

ARMELLINO (Monza): voto comunque sufficiente per il centrocampista che però commette qualche sbavatura di troppo: in fase di impostazione sembra troppo frettoloso cercando la verticalizzazione anche quando non c’è, in difesa un disimpegno sbagliato crea i presupposti dell’azione che porta gli ospiti a pochi centimetri dal pari. Poco preciso anche in fase di conclusione. FRETTOLOSO

DEFENDI (Pro Patria): non è serata per l’attaccante bustocco chiuso nella morsa degli esperti Scaglia e Paletta. Complice un atteggiamento di squadra che per gran parte del match pensa a difendersi, fatica a farsi vedere. CANCELLATO