Triestina, Bucchi: "Biasin umile e fuori dal comune, ci spronava sempre"

18.05.2022 17:40 di Dario Lo Cascio Twitter:    vedi letture
Triestina, Bucchi: "Biasin umile e fuori dal comune, ci spronava sempre"
TMW/TuttoC.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Cristian Bucchi, allenatore della Triestina, come si legge sulle colonne del Piccolo, ha parlato del presidente Biasin, scomparso prematuramente negli scorsi giorni: "Purtroppo non ho mai avuto il piacere di incontrarlo di persona - racconta Bucchi - ma ci ho parlato tre volte in videochiamata, anche perché non era facile con il discorso del fuso orario. Ricordo ad esempio che ci siamo sentiti la scorsa estate per una partita dell’Italia, quando qui era sera tardi e in Australia mattina presto. Ma già in questi videoincontri ho avuto modo di percepire la sua semplicità e la sua grande umanità. Ad esempio ci siamo sentiti anche in momenti difficili, dopo qualche partita non finita bene, ebbene lui non era mai disfattista ma parlava sempre in positivo, non chiedeva mai perché non avevamo vinto o perché avevamo perso, ma ci incitava sempre a far meglio: ci chiedeva se con noi dello staff andava tutto bene, come andava con i ragazzi e ci spronava dicendoci “dai, ce la faremo”. Ho riscontrato insomma quanto detto da chi ha avuto il piacere di vederlo prima di questi due anni con restrizioni del covid, e ho percepito questo suo modo genuino di fare. Mi è stato detto che quando veniva, viveva Trieste in modo pieno, che era una persona umile e fuori dal comune, che aveva forti valori nelle radici triestine e un grande legame con la famiglia, e qui a Trieste ovviamente con Mauro e Romina Milanese".