Ad Padova: "Non cerchiamo alibi, chiediamo uniformità di giudizio"

08.06.2021 18:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
Ad Padova: "Non cerchiamo alibi, chiediamo uniformità di giudizio"
TMW/TuttoC.com

Dalle colonne de Il Gazzettino Alessandra Bianchi, amministratore delegato del Padova torna sulla coda polemica seguita alla semifinale di andata contro l'Avellino: "Chiediamo semplicemente che la classe arbitrale nel suo operato si attenga allo stesso trattamento e metro di giudizio. A mio avviso non ci stava né l’uno e né l’altro penalty, ma se guardiamo l’episodio del rigore assegnato all’Avellino e quello del rigore non assegnato al Padova emerge chiaramente che non è stato utilizzato lo stesso metro di giudizio e due episodi così importanti fanno la differenza nell’arco di una partita. Ci tengo però a sottolineare che questo non significa volersi creare degli alibi, perché non li cerchiamo e non li vogliamo. Io sono la prima a non darli a nessuno, a cominciare da me stessa, ma non possiamo nemmeno stare zitti di fronte a situazioni come questa. La sfida di domani? Si parte da zero a zero ed è una sfida da dentro o fuori, mi aspetto che daremo tutto per cercare di portare a casa il passaggio del turno".