Mantova, Troise: "Legnago in forma, dovremo essere sul pezzo"

10.04.2021 23:30 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Mantova, Troise: "Legnago in forma, dovremo essere sul pezzo"
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Emanuele Troise, allenatore del Mantova, come riportato dal sito ufficiale biancorosso, alla vigilia del match contro il Legnago, ha dichiarato: "Quello di domani un matchpoint per i play off? È una partita importante, come tutte quelle affrontate e che verranno. Siamo in salute, torniamo al 'Martelli e ci siamo preparati per trovare continuità. Pressione maggiore dal fatto che le inseguitrici giochino prima di noi? La pressione dobbiamo crearcela noi stessi, senza dipendere dai risultati delle altre squadre. Ora la cosa più importante è proseguire sul nostro percorso, che col tempo si è fatto sempre più stimolante, senza farci condizionare da fattori esterni. Che Legnago mi aspetto? È una delle squadre più in forma del campionato, che cercherà di trovare continuità di risultati dopo le ultime partite disputate. Parliamo di una squadra che ha perso col Südtirol dopo essere stata meritatamente in vantaggio per almeno 60', la stessa squadra che ha raccolto bottino pieno a Cesena. Dal cambio di allenatore in poi il Legnago che mostrato una fisionomia ben delineata. Come dovremo gestire un avversario in cerca di punti pesanti? Noi faremo come sempre la nostra partita, avendo avuto una settimana intera per prepararla non lasceremo nulla al caso. In questo momento del campionato i punti sono pesanti per tutti, ecco perché sarà importante essere sul pezzo dal primo minuto. Come vedo i ragazzi alla vigilia di questo finale di campionato? Bene, soprattutto mentalmente, perché stanno bene assieme. Di questo gruppo non finirò mai di elogiare i valori che lo rendono unito. Se l'aver raggiunto la salvezza ci farà giocare con più spensieratezza? Nel calcio la spensieratezza è una cosa positiva, ma siamo professionisti e sappiamo di dover sempre fare i conti con determinati risultati, dinamiche e pressioni. Il confine tra spensieratezza e superficialità però è sottile, ecco perché da sempre dico ai ragazzi di essere ambiziosi, di migliorarsi e di cogliere tutte le opportunità possibili per crescere sia a livello individuale che collettivo."