Montevarchi-Pontedera, le due facce della medaglia: le probabili

03.12.2022 11:20 di Stefano Scarpetti   vedi letture
Foto di archivio
TMW/TuttoC.com
Foto di archivio
© foto di www.imagephotoagency.it

Si aprono i cancelli dello stadio "Brilli Peri" dove questo pomeriggio Aquila Montevarchi e Pontedera, sono pronti a darsi battaglia in uno dei tanti derby che caratterizzano il girone B di terza serie, sfidandosi nella gara valida per la 17^ giornata. Le due compagini lo scorsa stagione hanno chiuso ad un punto di distanza, e quest'anno sono partiti con obiettivi similari ovvero quello di mantenere il posto nei professionisti. l'andamento di queste ultime sette giornate ha però scavato il "solco" di tredici lunghezze, quello che all'inizio di questo campionato poteva essere tranquillamente definito uno scontro in chiave salvezza, adesso vede incontrarsi rossoblù e granata in una situazione completamente diversa. i Valdarnesi occupano il 18^ posto a 13 punti frutto di 3 vittorie, 4 pareggi e 9 sconfitte. 12 i gol all'attivo a fronte dei 24 subiti mentre la compagine della Valdera si trova sorprendentemente al 7^ posto in graduatoria a 27 punti con 7 successi, 6 pareggi e 3 sconfitte. In equilibrio i dati dei gol al proprio attivo con quelli al passivo, esattamente 16 contro 15. I padroni di casa hanno interrotto una serie di sei sconfitte consecutive ottenendo 5 punti nelle successive tre partite contro Vis Pesaro, Imolese e Recanatese giocando in quest'ultima gara per oltre un'ora inferiorità numerica. Gli ospiti con l'arrivo sulla panchina di Max Canzi al posto di Pasquale Catalano sta tenendo un ritmo da Promozione, nelle ultime sette partite sono arrivate sei vittorie. L'ultima battuta d'arresto in campionato, corrisponde alla sconfitta maturata nel derby di Carrara un mese e mezzo fa. La classifica e questi numeri non devono far pensare ad una partita segnata, anzi tutt'altro: l'Aquila Montevarchi farà di tutto per cancellare la brutta prestazione nel derby di martedì sera contro il San Donato Tavarnelle, c'è da attendersi quindi una partita molto aggressiva ed intensa degli uomini di Malotti. Sull'altra sponda Il Pontedera dovrà rispondere con le stesse armi, in un campo che potrebbe essere pesante e scivoloso per le piogge della nottata.

QUI AQUILA MONTEVARCHI- Continua l'emergenza in casa rossoblù, ai lungo degenti Barranca, Boiga e Martinelli si aggiungono le defezioni di Biagi, Boccadamo, Saporiti, e Chiti influenzati. Rientra dalla squalifica Kernezo, Rossi e Amatucci sono recuperati. Mister Malotti dovrebbe affidarsi al 4-3-1-2 ma l'ipotesi di un modulo a tre non è da scartare. Nel caso fosse privilegiata la prima ipotesi in porta Mazzini preferito ai danni di Rossi, nel cuore della retroguardia spazio a Bertola e Tozzuolo, con Manè e Gennari sulle corsie esterne. Nador in cabina di regia con Lischi e Amatucci ai suoi lati, Giordani a supporto della coppia d'attacco composta da Kernezo e Jallow. 

QUI PONTEDERA- Sull'altra sponda Max Canzi deve fronteggiare le assenze del lungo degente Baroni e Catanese appiedato dal giudice sportivo, torna dalla squalifica Martinelli mentre Cioffi è recuperato dall'influenza. Il modulo di partenza dovrebbe essere il 3-4-2-1 anche si tratta di un sistema di gioco molto dinamico, soggetto a cambiamenti in corso d'opera. Davanti a Siano, possibile conferma di Espeche al centro e Shiba braccetto destro mentre sulla sinistra ballottaggio tra Bonfanti e Martinelli. Perretta e Somma in corsa per la fascia destra con Aurelio a sinistra, Ladinetti e Guidi al centro. Benedetti potrebbe essere affiancato da Izzillo - avanzato sulla trequarti- o Cioffi a supporto di Nicastro.

Di seguito le probabili formazioni del confronto che potrete seguire tramite il LIVEMATCH di Tuttoc.com:

Aquila Montevarchi (4-3-1-2): Mazzini; Manè, Bertola, Tozzuolo, Gennari; Lischi, Nador, Amatucci; Giordani; Kernezo, Jallow. A disp. Giusti, Rossi, Bassano, Fiumanò, Cerasani, Pietra, Marcucci, Alagna, Italeng. All. Malotti.

Pontedera (3-4-2-1): Siano; Shiba, Espeche, Bonfanti; Perretta, Ladinetti, Guidi, Aurelio; Benedetti, Izzillo; Nicastro. A disp. Cagnina, Stancampiano, Pretato, Mutton, Petrovic, Fantacci,  Cioffi, Di Bella, De Ioannon, Tripoli, Marcandalli, Somma. All. Canzi.

Arbitro: Adolfo Baratta di Rossano. (Morotti/Rastelli). IV ufficiale: Cosimo Papi di Prato.