Top & Flop di Modena-Ravenna

14.12.2019 17:35 di Valentino Bonetti   Vedi letture
Mattioli (TOP Modena)
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Mattioli (TOP Modena)

Terza vittoria consecutiva per il Modena, che dopo aver battuto Vis Pesaro (3-1) e Triestina (0-1) piega anche il Ravenna (2-0) nella sfida giocata alle 15,15 al “Braglia”. La gara inizia con quindici minuti di ritardo per la protesta indetta dal presidente Ghirelli come segnale per attirare l'attenzione del Governo sulla defiscalizzazione dei club di Serie C. I padroni di casa giocano con l'undici annunciato alla vigilia (Rabiu per l'infortunato Pezzella in mediana - Sodinha preferito a Bruno Gomes in attacco). Ravenna con un paio di novità: Ricchi largo a sinistra e Raffini con Nocciolini in attacco (in panchina, un po' a sorpresa, siede Giovinco). La gara è bloccata e serve un episodio per aprirla: al 40' su azione di contropiede del Modena portata a grande velocità da Rabiu, Pellizzari entra in ritardo sul numero 6, che lo salta e prosegue l'azione. Il direttore di gara però lascia correre per il vantaggio (probabilmente a fine azione sarebbe arrivato il giallo per il difensore del Ravenna). Mentre l'azione prosegue nella metacampo giallorossa, Sodinha affronta a muso duro l'avversario, che, per tutta risposta, lo colpisce facendolo cadere a terra. Il direttore di gara estrae il rosso diretto ed il Ravenna resta in inferiorità numerica con il passaggio al 4-3-2 (gli esterni di centrocampo si abbassano sulla linea dei difensori). La ripresa inizia con gli stessi 21 in campo e dopo tre minuti il Modena la sblocca con Spagnoli, bravo a girare in gol di testa un cross da destra di Mattioli. Il 2-0 arriva al 63' con l'incornata di Zaro, appostato sul secondo palo, su corner battuto da Sodinha, sempre da destra. Il resto sono solo cambi per le statisctiche e poco altro. Grazie a questa vittoria la squadra di Mignani sale a quota 29 in classifica, Ravenna fermo a 18. Ecco top e flop della gara appena terminata:

TOP:

Alessandro Mattioli (Modena): buona prova corale per la squadra di Mignani, che si mostra solida e brava ad affondare il colpo al momento giusto e quando le condizioni sono propizie. Premiamo l'esterno classe '98 perché macina chilometri sulla fascia destra ed è perfetto nell'assist che Spagnoli, con altrettanta maestria, gira in rete per il vantaggio dei Canarini. INESAURIBILE
Nessuno nel Ravenna: difficile trovare un migliore nelle file giallorosse quest'oggi. La squadra di Foschi, sicuramente penalizzata dall'espulsione, non era comunque sembrata molto pericolosa fino a quel momento con una mediana spesso surclassata da quella avversaria, attacco inesistente e difesa non perfetta sulle palle alte (vedi i due gol). Urge invertire il trend prima della sosta. SBIADITI

FLOP:

Nessuno nel Modena: la cura Mignani continua a dare i suoi frutti ed i Canarini, grazie alla terza vittoria consecutiva, consolidano la propria posizione in zona playoff salendo al settimo posto. L'ingenuità di Pellizzari sicuramente spiana la strada alla squadra gialloblu, che però conferma i progressi delle ultime settimane. RINVIGORITI
Stefano Pellizzari (Ravenna): entra in ritardo su Rabiu, che lo salta e continua l'azione, il direttore di gara lascia proseguire per il vantaggio ma il difensore giallorosso, non contento, colpisce al volto Sodinha, che aveva difeso il compagno, a palla lontana. Per questa grossa ingenuità, lascia i suoi in inferiorità numerica e sposta in favore del Modena l'inerzia di una partita fino a quel momento molto equilibrata. COLPEVOLE