Top & Flop di Perugia-Fermana

18.10.2020 17:35 di Gianmarco Minossi   Vedi letture
Elia, top Perugia
Elia, top Perugia

Riapre il Curi ai tifosi e risorge il Perugia, che dopo due sconfitte consecutive conquista la prima vittoria casalinga e spedisce nel baratro una Fermana ancora a secco di successi e al quinto ko in cinque partite. La gara si mette subito in discesa per i padroni di casa, che dopo dodici minuti sbloccano il match grazie ad un perentorio colpo di testa di Negro, che infila Ginestra da un cross su una punizione battuta da Dragomir. Praticamente inesistente la reazione degli ospiti, che nel finale di frazione subiscono il raddoppio degli umbri, con Moscati che trasforma un calcio di rigore procurato da Elia con una grande giocata. Ad inizio ripresa la squadra di Caserta avrebbe la possibilità di triplicare i conti, ma Murano si fa parare da un reattivo Ginestra il penalty che lui stesso si era guadagnato. I marchigiani provano quindi a rientrare in partita, ma non riescono mai ad impensierire Fulignati, rimasto oggi inoperoso per tutta la partita, mentre il Perugia si accontenta di gestire il doppio vantaggio senza creare grosse occasioni, eccetto una traversa colpita da un tiro-cross di Murano e un intervento di Ginestra sul neo entrato Bianchimano. Finisce quindi con una vittoria dei biancorossi, che guardano ora con fiducia alla prossima trasferta di mercoledì a Legnago, mentre per la Fermana il successivo match col Gubbio rappresenta già un dentro-fuori.

TOP

Elia (Perugia): semplicemente incontenibile. Con la sua tecnica semina il panico tra i giocatori della Fermana e si procura sia la punizione che il rigore (quest'ultimo con una giocata magistrale, ridicolizzando la difesa ospite) da cui nascono i gol. È lui l’indiscusso mattatore del match, a cui è mancato solo il gol per impreziosire una prova ai limiti della perfezione. TALENTO

Ginestra (Fermana): tiene a galla la sua squadra parando il secondo rigore consecutivo: dopo il padovano Jefferson, stavolta è toccato a Murano finire ipnotizzato da questo esperto portiere che oggi, con i suoi rapidi lanci lunghi volti a far ripartire velocemente il gioco, ha forse dimostrato di essere il giocatore a crederci di più tra gli ospiti. EVERGREEN

FLOP

Melchiorri (Perugia): altra prova incolore dell’attaccante di Treia, a cui il gol manca dalla prima giornata. Sul finale di primo tempo si divora il tris a tu per tu con Ginestra, mentre nella ripresa si nota solo per il delizioso assist offerto a Murano per procurarsi il rigore: troppo poco. EVANESCENTE

L’attacco della Fermana: sono forse due i giocatori ospiti a salvare la faccia nell’ennesimo pomeriggio buio, mentre il resto della squadra è da bocciare in toto. In particolare, il reparto offensivo offre una prestazione gravemente insufficiente, con i vari Neglia, Grbac, Sperotto e Stagliano che non riescono mai a centrare lo specchio della porta: la salvezza passa soprattutto da un attacco efficace e i canarini al momento non possono vantarlo. INCONCLUDENTE

RIVIVI IL LIVE MATCH - CLICCA QUI!