Vicenza, Cappelletti: "Ravenna? Pareva ripetersi gara con Vis Pesaro"

19.11.2019 10:50 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Daniel Cappelletti
© foto di Andrea Rosito
Daniel Cappelletti

Con la sua rete Daniel Cappelletti, difensore del LR Vicenza, ha deciso la sfida di domenica contro il Ravenna: “L’importante è che il tabellino segni un gol in più per il Vicenza, se poi non si prendono proprio reti ancora meglio perché significa che siamo solidi e solitamente la squadra che ha la miglior difesa arriva in alto in classifica. A parte uno spauracchio nel primo tempo, siamo stati bravi. E’ molto importante il lavoro che facciamo anche in fase di non possesso". Tra l'altro avrebbe potuto persino segnare una doppietta: "L’occasione di testa? Mi è dispiaciuto perché ho sbagliato un gol fattibile. Il gol? Quando si calcia così dal limite, un difensore rischia di tirare la palla al di fuori dello stadio, ma con questi campi pesanti l’importante è tirare verso la porta. Era da un po’ che cercavo di chiedere palla ai miei compagni perché avevo visto che da lì c’era lo spazio per tirare, ma la cosa bella era che Padella mi richiamava a gran voce chiedendomi di tornare indietro, invece non l’ho ascoltato (ride, ndr)". Non tutto è stato rose e fiori comunque: "Vincere non è mai facile, poi magari le condizioni del campo non aiutano, dal campo sembrava un po’ la gara contro la Vis Pesaro, dove la palla non voleva mai entrare, ma in questo momento forse abbiamo un po’ più di convinzione nel portare a casa le partite. E’ fantastico sentire tutto lo stadio che canta e che ti spinge, vogliamo che questa cosa continui e dobbiamo essere bravi noi nel farla continuare. Dedica? A mia moglie, mia figlia e al bimbo in arrivo”.