Vis Pesaro, Galderisi: "E' il momento di alzare l'asticella"

29.06.2020 23:00 di Giacomo Principato   Vedi letture
Vis Pesaro, Galderisi: "E' il momento di alzare l'asticella"

Giuseppe Galderisi, tecnico della Vis Pesaro, si prepara alla sua prima vera e propria stagione sulla panchina marchigiana. Arrivato da subentrato nelle Marche, l'unica gara giocata è stata l'1-1 con la Fermana. "Che emozioni. Arrivavamo a quella gara dopo neanche una settimana insieme ai giocatori. Ho subito visto una grande predisposizione nei confronti miei e dello staff. Abbiamo pareggiato una partita in 10, prendendoci dei rischi pazzeschi ma credendo fino al’ultimo a quello che stavamo facendo. Poi è arrivata la rete di Marcheggiani, un gol da attaccante vero al’93. Voglio ripartire da lì, da quell’identità che ho subito trovato nei ragazzi" ha raccontato l'allenatore a solovispesaro.it.

I biancorossi sono pronti a un nuovo corso con ambizioni rinnovate e l'asticella rivolta più in alto: "Non voglio essere presuntuoso. In questo ho avuto grandi maestri, uno su tutti Osvaldo Bagnoli nel Verona dello Scudetto. Dobbiamo avere un’ umiltà ambiziosa, che ci porti a realizzare che possiamo fare veramente bene - il pensiero di Galderisi -. Questo l’ho capito dal primo incontro a Milano con Bosco e Borozan. Dire di sognare la promozione a Pesaro, non è essere presuntuosi. Ma cercare di trasmettere nella testa di tutti che è il momento di alzare l’asticella cercando di guardare sempre avanti. Farlo per i tifosi, sono stato al Benelli due giorni fa e mi sono immaginato lo stadio pieno e le emozioni che si potessero provare". Intanto la società va avanti nel piano di rinnovi, oggi è toccato a Orazio Pannitteri, e Galderisi apprezza il lavoro svolto: "Partiamo da una base di 9 giocatori confermati. Tutti di grande qualità. Insieme al mio staff avevamo pensato ad un “periodo cuscinetto” prima del ritiro, dove si potesse fare gruppo insieme alle famiglie dei calciatori. In questo ho visto grande partecipazione anche da parte del direttore Borozan e del presidente Bosco. Poi è chiaro che dal mercato dovranno arrivare over importanti, insieme a giovani di qualità. Di nomi ne abbiamo visti tanti, alcuni giocano in B o fanno playoff di Serie C in questi giorni, il mercato sarà lungo. Zivkov è un profilo possibile, ma non mentirei se dicessi che per ogni ruolo stiamo valutando 3-4 opzioni diverse".