Bari, Antenucci: "Gol liberatorio, faremo un grande girone di ritorno"

19.01.2021 15:10 di Marco Pieracci   Vedi letture
Bari, Antenucci: "Gol liberatorio, faremo un grande girone di ritorno"
TMW/TuttoC.com
© foto di Andrea Rosito

Ospite di TeleBari, media partner ufficiale della società, il bomber del Bari Mirco Antenucci giunto a quota 9 centri stagionali traccia un bilancio al giro di boa del campionato: "Il gol di domenica è stato tanto liberatorio, arrivato al termine di una partita difficile. Non siamo riusciti ad esprimerci come altre volte, come contro la Turris ad esempio. Ma il calcio è anche questo: ci sono partite in cui giochi molto bene, crei tanto e raccogli solo un punto e altre partite in cui obiettivamente non fai quello che devi e che siamo abituati a fare e porti a casa la vittoria. Ci teniamo strettissimi questi tre punti che sono fondamentali. Sono ovviamente contento per il gol, è valso una vittoria. Venivo da un rigore sbagliato, senti la responsabilità dei tre punti che non sono arrivati e, per come vivo io il calcio, ti resta qualche scoria. Lavoro e impegno sono le uniche ricette per riuscire ad uscirne. Devo fare i complimenti alla squadra perchè non era semplice vincere, ma siamo consapevoli di dover fare di più. E’ stato bello esultare tutti insieme; siamo una squadra, stiamo bene insieme, nonostante il periodo difficile che tutti stiamo vivendo nella quotidianità. E’ un messaggio di forza e unione. Stiamo facendo un buon percorso, ma c’è una squadra che sta facendo meglio di noi; guardiamo in casa nostra, cercando di migliorare le prestazioni, portandole tutte sul livello di quella contro la Turris. Giocando così può capitare un paio di volte di non raccogliere l’intera posta, ma nel calcio, se giochi in una certa maniera, con identità, i risultati arrivano. Se vorrei rigiocare qualche partita? Quando non vinci certo che vorresti rigiocare, ma ora non bisogna guardare indietro, ma solo giocare un grande girone di ritorno. Il campionato è lungo nonostante lo svantaggio; lavoriamo in maniera serena cercando di capire che bisogna dare ogni volta qualcosina di più".