Catanzaro, Evacuo: "Con l'Avellino non sarà facile. Ritorno? Non da calciatore"

01.03.2021 17:50 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Catanzaro, Evacuo: "Con l'Avellino non sarà facile. Ritorno? Non da calciatore"
TMW/TuttoC.com
© foto di Federico Gaetano

Felice Evacuo, attaccante del Catanzaro, intervistato da orticalab.it, è tornato sul successo contro la capolista Ternana: "In questo momento la Ternana è la squadra più forte e in forma del campionato. Lo ha dimostrato in lungo e largo senza perdere una partita e vincendo tutti gli scontri diretti. Al di là della sconfitta che, dopo un cammino impressionante ci può stare, credo sia la squadra meglio attrezzata per la Serie B. Per quanto riguarda noi sapevamo che serviva l’impresa e che per batterli dovevamo sbagliare poco. Così è stato".

"Per quel che ha dimostrato in queste giornate la Ternana credo che i giochi per il primo posto siamo ormai chiusi. Al di là della sconfitta di sabato, credo che per perdere il campionato serva solo un suicidio sportivo. Penso più ad una corsa a due per il secondo posto tra Avellino e Bari. Sono entrambe squadre attrezzate che hanno messo tra loro e noi diversi punti che non sarà facile recuperare". 

I giallorossi ora affronteranno proprio l'Avellino, ex squadra di Evacuo: "All’andata siamo stati bravi a sfruttare il loro periodo no. Venivamo da un brutto pareggio contro il Palermo in undici contro nove e abbiamo trovato le motivazioni giuste. Al “Partenio-Lombardi” abbiamo disputato una buona gara meritando di strappare tre punti pensanti. Al di là di tutto credo che l’Avellino, dopo il mese di novembre condizionato dal Covid, abbia trovato la giusta quadra. Temo molto la compattezza del gruppo. Subisce poco e segna tanto. Non sarà facile". 

"Ogni sei mesi si parla di un mio possibile ritorno ad Avellino. A volte sono state abbozzate delle richieste che però si sono arenate sul nascere. Credo di aver dato il mio contributo all’Avellino e ho sempre ritenuto più opportuno non ritornarci da calciatore. Vorrei essere tranquillo perché ormai vivo lì da più di 15 anni".