FOCUS TC - Serie C, 10^ giornata: la Top 11 del Girone C

Modulo: 3-2-5
22.10.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Mister Modica
© foto di Andrea Rosito
Mister Modica

La decima giornata del Girone C di Serie C certifica la "fuga" di tre squadre, tutte vincenti. Il Potenza tiene la vetta, piegando 0-2 il Catanzaro a domicilio, sconfitta fatale per mister Auteri, esonerato. Tengono il ritmo la Reggina, 1-2 a Monopoli, e la Ternana, 0-1 a Bisceglie, un punto dietro la capolista. Il Bari viene fermato in trasferta sul 2-2 dal nuovo Avellino di mister Capuano. La Viterbese scavalca diverse avversarie, con il 6-1 di sabato sul Rende. La Vibonese travolge il Catania per 5-0 e fa saltare la panchina di Camplone. Pareggi a reti bianche in Picerno-Francavilla e Cavese-Casertana. Bene il Teramo, 2-1 sulla Paganese, sorprende il Rieti: 1-2 alla Sicula Leonzio. 

Vediamo chi sono stati i migliori della decima giornata del Girone C: 

PORTIERE

Luca Bisogno (Cavese): altro clean sheet per il giovanissimo estremo difensore che va premiato per l'età - è un classe 2000 - e per la personalità e disinvoltura anche contro la Casertana. Giovane sì, ma già una certezza. 

DIFENSORI

Alessandro Celli (Ternana): non solo grande attenzione in fase difensiva, che sarebbe il suo mestiere. Ma anche grande iniziativa in spinta e, soprattutto, la rete che permette alle Fere di espugnare Bisceglie. 

Francesco Bertolo (Picerno): ottima prova per il difensore centrale dei lucani contro la Virtus Francavilla. Tiene botta sia su Perez che su Vazquez e non fa soffrire i suoi nonostante l'inferiorità numerica. 

Marco Caldore (Casertana): match di sostanza per il centrale dei Falchi, sempre concentrato e puntuale. Sfiora anche la rete ma l'ottimo intervento di Bisogno gli nega questa gioia. 

CENTROCAMPISTI

Nicholas Bensaja (Viterbese): contro il Rende gli manca solo il gol. Lavora un'infinità di palloni, non ha paura della giocata e accentra su di lui il gioco, facendolo funzionare a meraviglia. 

Pedro Costa Ferreira (Teramo): servirà un successo ai biancorossi per rialzare la testa. Ed è arrivato anche in maniera convincente grazie in particolare all'apporto del brasiliano, sempre lucido in fase di impostazione e puntuale in copertura. 

ATTACCANTI

Daniele Ferri Marini (Potenza): trascinante nel match perfetto dei rossoblu a Catanzaro. Prima segna il gol del vantaggio, poi regala a Ricci l'assist per la rete del raddoppio. 

Simone Simeri (Bari): in un pomeriggio non brillantissimo per i Galletti, emerge l'attaccante di mister Vivarini che, con una doppietta, per poco non consente al Bari di sbancare il "Partenio". 

Francesco Marcheggiani (Rieti): la forza dell'orgoglio amarantoceleste sta tutta nella doppietta dell'attaccante che ribalta il punteggio di Lentini e trascina i laziali ad una vittoria insperata alla vigilia per tutto quello che era accaduto in settimana. 

Gabriele Bernardotto (Vibonese): una splendida prestazione corale dei calabresi, una doppietta da applausi per l'attaccante che sarebbe potuta anche essere tripletta, senza la grande parata di Furlan. 

Simone Corazza (Reggina): ormai abbonato in questa Top 11. A Monopoli si conquista due calci di rigore, segnando il secondo, che vale tre preziosississimi punti per gli amaranto. 

ALLENATORE

Giacomo Modica (Vibonese): segnare cinque gol al Catania non è da tutti. Rialzare la testa immediatamente dopo averne presi sei la domenica precedente ancor meno. Mister Modica guida con sapienza una squadra giovanissima che sì, ogni tanto incappa in qualche battuta a vuoto, cosa normale, ma che è capace di grandi prestazioni e, con questo allenatore alla guida, sta dimostrando di saper crescere e di avere ancora tanto margine per fare sempre meglio.