Girone C, il primo turno playoff è andato. Chi ride e chi piange

13.05.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Girone C, il primo turno playoff è andato. Chi ride e chi piange

La prima è andata, e spesso chi ben comincia è a metà dell'opera. Ma questi playoff saranno ancora lunghi e si è chiusa solo la prima puntata. La stagione è tutt'altro che finita per alcune squadre, lo è invece per altre. Inevitabile che ci sia infatti chi ride e chi piange al termine di questa domenica. Come sempre accade nelle competizioni ad eliminazione diretta.

Sulle tre gare, in ben due il fattore campo è risultato decisivo. Per Potenza e Reggina infatti i pareggi interni sono bastati, 0-0 per i lucani col Rende, 1-1 degli amaranto contro il Monopoli, di fronte ad un "Oreste Granillo" eccezionale. Una cornice di pubblico che forse non si vedeva da qualche derby o dai tempi della Serie A. Chi ride è anche la Virtus Francavilla, che a Brindisi batte per 1-0 la Casertana. 

Forse si può dire che Rende e Monopoli piangono con un occhio. I biancorossi avevano un impegno complicato in uno stadio dove il Potenza nel 2019 non ha mai perso. Similmente il Gabbiano, che ha giocato alla pari di fronte ad un pubblico che poteva anche intimorire, ma non è stato il caso della squadra di Scienza che di fatto, senza la penalizzazione di due punti, avrebbe giocato questa sfida in casa. Con i se e con i ma non si vincono le partite. Resta comunque una grande soddisfazione per entrambe.

Per pura critica costruttiva invece per la Casertana ci sarebbe da fare un'analisi più approfondita. La gara opaca di Brindisi - neanche un tiro in porta in 90 minuti e una sola occasione da gol creata nel secondo tempo - è lo specchio di una stagione altalenante, caratterizzata da tre allenatori, da tensioni tra tifo e dirigenza e molto altro. La campagna acquisti estiva aveva generato entusiasmo, ma diverse cose non hanno funzionato. Inutile ormai puntare il dito contro qualcuno, anche perché sarebbe riduttivo. C'erano però altre aspettative, disattese. 

Gli accoppiamenti del secondo turno comunque sono risultati molto suggestivi. Catania e Reggina si sfideranno in una gara che ha il profumo di tempi gloriosi per entrambe. Potenza e Virtus Francavilla sono senza dubbio le due più belle sorprese del torneo. Anche mercoledì però ci sarà chi chiuderà la giornata con un sorriso e chi invece no.