Taranto, il mercato parte dalla porta

20.06.2022 19:30 di Maurizio Calò   vedi letture
Taranto, il mercato parte dalla porta
TMW/TuttoC.com
© foto di Francesco Scopece/TuttoLegaPro.com

Il nuovo Taranto targato Dionisio-Di Costanzo sta piano piano prendendo forma e consistenza e i primi colpi saranno assicurati tra fine mese e gli inizi di luglio. Il neo direttore sportivo rossoblù ex Brindisi ha ben precise idee e strategie e, soprattutto, vuole partire dalle conferme. Chi ha già vestito la maglia rossoblù nella stagione appena finita potrà avere una nuova chance nel nuovo progetto tecnico. L'allenatore Di Costanzo ha in mente di partire con il 4-4-2 di base ma non si esclude l'utilizzo del 3-5-2 che a Brindisi, in Serie D, soprattutto nel finale di campionato, ha registrato buoni risultati e obiettivo salvezza raggiunto. Partendo dalle conferme, il nuovo Taranto di mister Di Costanzo vuole garantire alla società risultati, gioco, fisicità ed atletismo in modo tale da non rimanere in difficoltà nei momenti topici delle partite che, nella scorsa stagione, spesso hanno causato perdite di punti importanti al fine di raggiungere subito la salvezza matematica ( cosa che poi è avvenuta grazie alla determinante vittoria sul Monopoli e sulla conseguente esclusione del Catania dal campionato). Quest'anno l'asticella deve alzarsi. Questo l'imput del presidente del sodalizio rossoblù Massimo Giove con l'obiettivo di raggiungere i play off. E, quindi, decimo posto come orizzonte minimo. E allora si parte, innanzitutto dalla porta. Il ds Dionisio punta ad un portiere over ( i nomi sono quelli di Lewandowski, Perina e Martorel) ponendo fine ad un leit motive che nel Taranto da tempo era presente ovvero la titolarità di un portiere under. Dalla prossima stagione si cambia strategia con un portiere che garantisca esperienza. Come si diceva, poi, si riparte dalle riconferme. In primis il capitano Massimiliano Marsili che potrà garantire continuità di spirito e senso di appartenenza a chi verrà nel gruppo e a chi deciderà di rimanere o sarà, comunque, confermato. E poi come obiettivo ci si pone la permanenza di Zullo e Granata come difensori centrali mentre sul mercato si parla di Marco Caldore, nome già conosciuto dalla piazza tarantina per aver giocato con la casacca rossoblù nella prima parte della stagione di Serie D 2020-21 che ha portato la compagine del presidente Giove alla promozione in C. Caldore ha giocato nella Juve Stabia ed ha fornito buone prestazioni garantendo esperienza e qualità. A centrocampo si punta ancora su Diaby e Labriola mentre si cercheranno giocatori dinamici ma anche dotati di grande fisicità. In avanti da chiarire le posizioni di Giovinco e Saraniti i quali, comunque, hanno più volte ribadito di voler vestire ancora la maglia del Taranto. In uscita ci sono Falcone, Manneh, Pacilli e molto probabilmente Civilleri. Confermati Mastromonaco, De Maria, Ferrara e Santarpia. A centrocampo l'intenzione del dirigente tarantino è quella di riuscire a portare degli under che già ha avuto modo di testare a Brindisi e che hanno ben impressionato Di Costanzo. Manca poco alle prime ufficialità e a Taranto i tifosi premono per vedere i primi giocatori arrivare.