Ternana, Lucarelli: "Curioso di capire come reagiremo a partite storte"

24.11.2020 12:20 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Cristiano Lucarelli
TMW/TuttoC.com
Cristiano Lucarelli
© foto di Carlo Giacomazza/CGP Photo Agency

Cristiano Lucarelli, tecnico della Ternana, attuale capolista del Girone C, è stato intervistato dalle colonne del Corriere dello Sport: “Abbiamo appena completato un terzo del cammino, davanti ci sono 24 campionati di una giornata ciascuno, o due step di altrettante dodici gare. La pagnotta va ancora conquistata. Per ora siamo riusciti a mettere in campo buona parte delle doti del nostro organico. Forse lo abbiamo fatto meglio della concorrenza che, però, resta valida e della quale non mi fido. Mai sentito di squadre che fanno un avvio boom e poi flettono? E’ una caratteristica delle squadre della Serie C. Non tanto tempo fa è capitato all’Alessandria, qualcosa di simile l’ho visto io a Catania con il Lecce che poi ha fatto filotto e dalla C è salito in A. Certo, poi ci sono i casi come la Reggina che ti dicono il contrario. Ma in un campionato così ricco qualitativamente, meglio non dare alcunché di scontato

Io sono curioso di capire come reagiremo quando ci saranno le partite storte. Spingo perché i ragazzi mantengano i piedi per terra ma voglio che diano sempre il massimo senza mollare un centimetro. Ci saranno anche le partite sporche, quelle difficili da venirne a capo e dove il lampo del singolo le può decidere oltre i meriti guadagnati in campo. Noi di giocatori così, capaci di illuminare un pomeriggio grigio, ne abbiamo. Fame, dovremo averne tanta. Essere cani da tartufo per inseguire con ossessione sistematica il miglioramento. Lucarelli deve ancora vincere. Sarebbe presuntuoso sostenere che top club come Bari, Catania, Palermo, Catanzaro, Avellino e Juve Stabia sono già fuori dai giochi per la promozione diretta”.