Top & Flop di Bari-Potenza

07.03.2021 19:35 di Nando Armenante   Vedi letture
Top & Flop di Bari-Potenza
TMW/TuttoC.com
© foto di Andrea Rosito

Il Potenza fa il colpo grosso al "San Nicola" sconfiggendo il Bari: i lucani si impongono 2-0 ed infliggono il primo ko a mister Massimo Carrera. 

I lucani giocano bene e lo dimostrano fin dai primi minuti mentre i biancorossi partono contratti. Al primo vero affondo arriva il vantaggio ospite: Celiento colpisce con la mano in area sulla conclusione di Gigli e l'arbitro decreta il penalty. Dal dischetto non sbaglia Baclet: il francese spiazza Frattali e sigla l'1-0. La reazione del Bari non c'è se non per un tiro su punizione del grande ex Cianci murato dalla barriera. Il Potenza gestisce bene il vantaggio e sfiora anche il raddoppio con Di Livio che di testa manda alto da buona posizione. Ma è il preludio al raddoppio che arriva puntuale al 34': splendida azione corale dei ragazzi di Gallo che arrivano in porta con il pallone e Mazzeo serve un cioccolatino a Baclet che deve solo spingere in rete. Subiti i due gol si sveglia la squadra di Carrera: nel finale di tempo ci provano Antenucci e D'Ursi (due volte) ma non trovano fortuna. 

Nella ripresa è assalto Bari per cercare di recuperare il match ma dopo 50 secondi Antenucci manda alto da buona posizione. Poi ancora l'ex Spal spreca incredibilmente da pochi passi. La giornata 'no' dei pugliesi è certificata anche da gravi errori di misure dei giocatori di maggiore qualità e col passare dei minuti l'intensità scende copiosa ed il Potenza inizia a vedere il traguardo ma prima Marcone compie un intervento da grande campione su Marras. Nel finale di gara proprio il numero 10 dei baresi viene espulso per somma di ammonizione. Dopo 6 minuti di recupero si chiude il match: trionfo dei lucani.

Come di consueto ecco i Top & Flop del match:

TOP

Gabriele Rolando (Bari): Entra in campo e prova a spaccare la partita ma non viene mai accompagnato dai compagni a dovere. Mette un pallone d'oro sui piedi di Antenucci che spreca malamente. L'unico a salvarsi. SUFFICIENTE

Baclet e Marcone (Potenza): Il primo è rivitalizzato dalla cura Gallo. Tre gol consecutivi (seppur due dal dischetto) che regalano punti pesanti alla sua squadra in chiave salvezza. Recuperato in extremis, il francese mette in difficoltà per tutto il primo tempo la retroguardia barese con la sua fisicità ed è puntuale sottoporta quando deve spingere in porta l'assist di Mazzeo. Glaciale dagli undici metri. Quando poi non ce la fa più e lascia il campo per crampi sale in cattedra l'estremo difensore che chiude la porta a doppia mandata e respingendo gli assalti del Bari. Clamorosa la parata su Marras da zero metri: un intervento da grande campione. DECISIVI

FLOP 

Prestazione (Bari): Forse la versione più brutta da quando c'è Carrera in panchina. Pronti via ed il rigore per mani di Celiento colpisce i biancorossi che però restano colpevolmente paralizzati nell'occasione del raddoppio di Baclet, totalmente in bambola. Per vedere una prima concreta reazione si deve arrivare al 40': fino ad allora attacchi sterili e poveri di idee. Nella ripresa vengono sprecate almeno tre palle gol nitide ed infine si chiude con l'espulsione di un nervoso Marras. IRRICONOSCIBILI

Nessuno (Potenza): Impossibile giudicare qualche elemento dei lucani in maniera negativa. Partita preparata alla perfezione dai ragazzi di Gallo che stordiscono il Bari nel primo tempo con un doppio gancio difficile da replicare. Difesa impeccabile nei primi 45 minuti anche quando i pugliesi tentano l'assalto per accorciare le distanze. PERFETTI