Top & Flop di Casertana-Virtus Francavilla

03.03.2021 17:45 di Giorgio Grasso   Vedi letture
Luigi Cuppone, TOP Casertana
TMW/TuttoC.com
Luigi Cuppone, TOP Casertana

Succede tutto nel primo tempo tra Casertana Virtus Francavilla. La gara delle 15:00 di scena al "Pinto", valida per la ventottesima giornata di Serie C, ci consegna un perentorio 4-0 degli uomini di mister Guidi, che chiudono la pratica in soli quarantatré minuti. 

Nella prima frazione la gara si fa apprezzare per l'intensità messa in campo da entrambe le compagini, ma sono i falchetti a trovare subito il bandolo della matassa. Al 9', infatti, Matese serve con un pregevole tacco Cuppone in area di rigore che, bravo ad anticipare Costa con la punta del piede, mette a segno la prima rete dell'incontro. C'è spazio per un paio di iniziative pericolose degli ospiti, ad opera di Adorante, che vede il suo tiro a botta sicura schermato da Carillo, e Giannotti, bravo a mettere in mezzo una palla velenosissima su cui è attento Buschiazzo. A trovare il gol, però, sono ancora i padroni di casa. Al 30' è di nuovo Cuppone a mettere a segno un veloce contropiede: servito da Rosso al limite dell'area di rigore, rientra sul destro e infila l'estremo difensore biancoazzurro con un tiro a giro che si insacca alla perfezione all'angolino alto a destra della porta. Gli ospiti subiscono un evidente contraccolpo psicologico, e crollano tra il 40' e il 43'. Prima, infatti, è Turchetta a trasformare un rigore causato da un fallo di Giannotti proprio su di lui; poi è ancora Cuppone ad approfittare di un retropassaggio suicida di Marino, battendo per la terza volta Costa, ingannandolo sul suo palo.

Nella ripresa, complici la stanchezza e il risultato già acquisito, è la noia a dominare. C'è spazio per due clamorose occasioni ad opera degli uomini di Trocini. Al 55', sugli sviluppi di un corner, una mischia in area per poco non regala la rete della bandiera alla Virtus: sono addirittura due i pali presi nell'occasione. Al 69', invece, è Castorani che viene lanciato in profondità da Giannotti, ma nell'occasione Avella si prende la ribalta parando coi piedi. Dopodiché la gara scivola lentamente verso il triplice fischio. 

Ecco i Top & Flop della gara:

TOP:

Luigi Cuppone (Casertana): l'attaccante originario di Nardò non segnava dal 14 febbraio, in occasione di Casertana-Teramo: si può dire che ha ritrovato la via del gol in grande stile. In una gara disputata alla perfezione da tutti i falchetti riesce a spiccare, siglando una tripletta che mostra tutte le sue qualità. Bravissimo nell'inserimento e nel tempismo in occasione della prima rete, splendido il gesto tecnico in occasione del raddoppio, furbo a raccogliere l'ingenuità di Marino in chiusura di tempo. Autentico mattatore di giornata. KILLER INSTINCT 

Nessuno (Virtus Francavilla): prosegue il periodo nero per gli uomini di Trocini. L'assenza di ricambi in attacco si fa sentire, e il centrocampo è sembrato per novanta minuti in balìa delle manovre avversarie. Troppo poco per risalire la china, considerando che sul fondo della classifica c'è chi inizia a macinare punti. PROFONDO ROSSO 

FLOP: 

Nessuno (Casertana): c'è poco da dire sulla prestazione odierna dei falchetti. La Casertana scende in campo col piglio giusto fin dal fischio d'inizio, ammortizzando alla perfezione le scorrerie degli avversari nei primi minuti e sbagliando praticamente nulla. La reazione d'orgoglio dopo i due derby persi c'è stata, ora l'obbligo è quello di acquistare continuità. TUTTI PROMOSSI 

La tenuta psicologica (Virtus Francavilla): in una gara dove non vi sono sufficienze tra le fila dei biancoazzurri, trovare un peggiore è impossibile. Quello che è sembrato mancare più di ogni altra cosa ai pugliesi, più che l'efficacia nel gioco, è proprio la concentrazione e la tenuta mentale. È inaccettabile crollare così una volta preso il secondo gol. In particolare in difesa, infatti, gli errori sono stati marchiani. FRAGILI