Top & Flop di Cavese-Bari

23.02.2020 17:29 di Nando Armenante   Vedi letture
© foto di Giuseppe Scialla
Top & Flop di Cavese-Bari

Un punto a testa che fa piacere alla Cavese...e alla Reggina. L'1-1 del "Menti" tra i metelliani di Salvatore Campilongo ed il Bari permettono alla squadra amaranto - vincente 3-0 contro la Paganese - di allungare in vetta e portarsi a +8 sui pugliesi, primi inseguitori. 

Un match tutto sommato equilibrato quello tra le due squadre. Ad aprire le danze - in termini di occasioni - sono gli ospiti con un colpo di testa di Di Cesare che impegna severamente Bisogno, costretto al grande intervento. La Cavese si vede sugli sviluppi di un calcio d'angolo con il colpo di testa provato da Matino ma terminato alto sopra la traversa di Frattali. Il match vive sul filo dell'equilibrio ed alla fine del primo tempo, nel recupero, arriva la doccia fredda per i padroni di casa. Su un'azione di rimessa del Bari, Laribi trova il varco giusto per Antenucci che gira bene con il destro e batte Bisogno per lo 0-1 del Bari. 

Nella ripresa, arriva la riscossa della Cavese dopo meno di 10 minuti: Russotto (di gran lunga il migliore in campo) scambia rapidamente su un corner, arriva alla conclusione ma sulla sua traiettoria trova Sainz Maza che gira di testa e supera Frattali, siglando così l'1-1. Il "Menti" ribolle e la Cavese sfiora il clamoroso 2-1 con Cesaretti ma l'attaccante (entrato da poco) non inquadra clamorosamente lo specchio della porta da pochi passi. Il Bari avverte il pericoloso e si presenta con un 4-2-4 nel finale di gara ma la difesa della Cavese fa ottima guardia e mantiene il prezioso risultato. Finisce così 1-1: nel finale espulso Campilongo, tecnico della Cavese.

Come di consueto, ecco i Top & Flop del match:

TOP

Andrea Russotto (Cavese): Una prestazione sontuosa del numero 30 dei padroni di casa. Quando è in giornata è imprendibile ed i giocatori del Bari devono spendere due ammonizioni per fermarlo. Sempre prezioso e nel vivo della manovra: da uno suo tiro, viene propiziato il gol dell'1-1 siglato da Sainz Maza. Sfiora anche la gioia personale ma Frattali gli dice di 'no'. DETERMINANTE

Mirko Antenucci (Bari): Poche palle giocabili, chiuso dalla morsa della difesa di casa. Al termine del primo tempo però sfrutta l'occasione e impallina Bisogno, siglando il gol dell'1-0 che gli permette di rafforzare la classifica marcatori ed essere sempre più capocannoniere del girone C. Non basta però a regalare ai suoi i tre punti. BOMBER

FLOP

Christian Cesaretti (Cavese): L'occasione che si divora al 67' se la stanno chiedendo ancora in molti. Un tap-in facile che non è riuscito a spingere in rete e poteva regalare il vantaggio alla sua squadra. Deve essere più cattivo se vuole essere d'aiuto per questa squadra. POCO INCISIVO

Simone Simeri (Bari): Non è al top della condizione e si vede: non arriva quasi mai al tiro ed è continuamente ben chiuso sia da Marzorati che da Marzupio. Nella ripresa ha una chance in contropiede ma viene risucchiato dall'avversario. Poi lascia il campo in ombra. APPANNATO