Top & Flop di Picerno-Monterosi

20.10.2021 21:40 di Giorgio Grasso   vedi letture
Simone De Marco, FLOP Picerno
TMW/TuttoC.com
Simone De Marco, FLOP Picerno
© foto di Giuseppe Scialla

Il Picerno regola per 2-0 il Monterosi e trova la prima vittoria al Donato Curcio della sua stagione. Nel decimo turno del campionato di Serie C, i lucani trovano la seconda affermazione consecutiva dopo il prestigioso 2-3 ottenuto in casa della Juve Stabia e volano, momentaneamente, in zona playoff a 14 punti. I laziali, invece, restano a 13 lunghezze e perdono la propria posizione nella metà sinistra della classifica. 

Nella prima frazione la gara si distingue per un ritmo blando, con le squadre più impegnate a non farsi male che ad offendere. Unica occasione tra i piedi di Gerardi, che al 9' sfiora la traversa con una buona conclusione sugli sviluppi di un corner. I ritmi cambiano a metà secondo tempo, quando Vivacqua, al 63', trova il vantaggio per il Picerno con una staffilata rasoterra che trafigge l'estremo difensore ospite dopo una respinta corta di quest'ultimo. Passano solo sette minuti e al 70' Pitarresi raddoppia per i padroni di casa. La sua punizione forte e tesa dalla fascia sinistra beffa Alia, mandato fuori tempo da un intelligente velo di Reginaldo. Nell'ultimo quarto d'ora ci prova il Monterosi con i suoi due attaccanti, Polidori Costantino, ma l'imprecisione e alcune parate provvidenziali di Albertazzi - al 93' il portiere di casa si prodiga in una grande parata d'istinto a distanza ravvicinata - negano la gioia, e la riapertura del match, alla squadra ospite. 

Ecco i top e flop dell'incontro:

TOP 

Reginaldo (Picerno): Gara di estrema sostanza per l'ex Paganese e Trapani. L'attaccante carioca è, nel primo tempo, di gran lunga il più vivace dei suoi, mentre nella ripresa riesce a colmare l'inevitabile stanchezza fisica con alcune giocate determinanti. Risulta fondamentale, a conti fatti, del risultato finale: nel caso del primo gol si guadagna il corner da cui scaturisce la rete, nell'occasione del raddoppio manda completamente fuori giri il portiere ospite con un ottimo velo. INTELLIGENTE 

Moise Emmanuel Mbende (Monterosi): Il roccioso difensore centrale si conferma, ancora una volta, leader tattico e carismatico del reparto arretrato laziale. Nel primo tempo riesce a disinnescare ogni pericolo che arriva dalle sue parti, tenendo a bada gli avanti avversari grazie all'imponente struttura fisica. Nella ripresa non perde lo smalto e non ha alcuna responsabilità sulle reti del Picerno. Viene sostituito al 72' ma solo per scelta tattica dell'allenatore. STATUARIO 

FLOP

De Marco (Picerno): L'esterno lucano non riesce mai ad addentrarsi nella partita sul serio. Risulta spesso avulso alla manovra o, peggio, impreciso quando ha la sfera tra i piedi. Una prestazione che lo vede adombrarsi sempre di più dal match, guadagnandosi una sostituzione sacrosanta sul finire della gara. EVANESCENTE

Parlati (Monterosi): La mezzala viene preferita Adamo e la sostituzione al 54' per quest'ultimo dice tutto sulla prestazione complessiva dell'ex Catanzaro. La gara di Parlati è, a conti fatti, analoga a quella di De Marco: si fa vedere pochissimo nella manovra, sbaglia i pochi palloni che ha a disposizione e soffre la costante marcatura di De Ciancio e Pitarresi. INSOFFERENTE