Top & Flop di Teramo-Paganese

28.02.2021 19:45 di Emmanuele Sorrentino   Vedi letture
Top & Flop di Teramo-Paganese
TMW/TuttoC.com
© foto di Giuseppe Scialla

Basta poco meno di una mezz'ora al Teramo per avere la meglio di una Paganese priva di idee: Ilari al 18' e Bombagi al 27' archiviano la pratica azzurrostellata, con gli abruzzesi che conquistano la nona vittoria di questo campionato, la settima interna. 

Primo tempo di marca abruzzese: i padroni di casa fanno la partita mettendo la Paganese alle corde con improvvise fiammate. Dopo appena 18' arriva la rete che sblocca il match: traversone morbido dalla sinistra di Costa Ferreira per Ilari, che addomestica la sfera aggirando la marcatura fiacca di Squillace e sotto porta con il destro piazza la sfera sotto la traversa. Al 24' Bombagi fa le prove tecniche per il raddoppio: cross dalla sinistra di Arrigoni per Ilari che con il tacco rimette in mezzo per il numero dieci che non impatta bene la sfera, conclusione che termina docilmente sul fondo. Raddoppio che arriva puntualmente tre minuti dopo: Tentardini al limite serve Pinzauti, che con l'esterno si fa lo spazio per andare al cross in area sul quale si avventa come un falco Bombagi per la zampata vincente a trafiggere Baiocco sul primo palo. Gli ospiti si fanno vedere dalle parti di Lewandowski solamente con il mancino di Sirignano, il quale al 31' prova la conclusione dalla distanza: palla debole che diventa facile preda dell'estremo difensore di casa. Al 33' Bombagi di testa sugli sviluppi di un corner manda la palla alta, mentre quattro giri di lancette dopo è Pinzauti a provarci con un'incornata sotto porta, ma senza esito. In chiusura è nuovamente Bombagi a rendersi pericoloso, ma il suo destro dal limite finisce fuori di un soffio.

All'intervallo Di Napoli prova a cambiare uomini e schemi: dentro subito Bramati e Guadagni al posto di Squillace e Gaeta. Azzurrostellati che passano al 3-4-1-2 con il classe 2001 nel ruolo di rifinitore alle spalle del tandem offensivo Diop e Raffini. Ma gli azzurrostellati non pungono, anzi sono i padroni di casa ad andare vicino alla rete del 3-0 con Pinzauti che riceve palla da Bombagi, anticipo su Sbampato e tocco sotto a due passi da Baiocco, la sfera termina a fil di palo. Il tecnico dei campani prova il tutto per tutto inserendo un'altra punta, Mendicino, al posto di un difensroe, Schiavino. Ed è lo stesso ex Monopoli a cercare la conclusione dai trenta metri, dopo aver aggirato la marcatura di Arrigoni: il missilie viene deviato in corner da Lewandowski in tuffo. Al 74' Santoro si incunea all'interno dell'area di rigore ma cade nel tentativo di calciare in porta: la sfera carambola sui piedi di Bombagi che calcia di prima intenzione, palla alta sopra la traversa. Piacentini all'80' rimedia il secondo giallo commettendo fallo su Diop: il Teramo costretto a chiudere il match in inferiorità numerica. Non accade più nulla: gli abruzzesi centrano il nono successo stagionale, il settimo tra le mura amiche; gli uomini di Paci si rilanciano in classifica, sfruttando il passo falso del Foggia, e ora occupano il sesto posto a quota 38 punti, a -2 dal Catania che nel pomeriggio ha impattato con la Vibonese. Si interrompe al Bonolis la striscia di quattro risultati utili consecutivi per la Paganese, che incassa così la tredicesima sconfitta stagionale. La formazione di Di Napoli resta stabilmente al quartultimo posto in classifica a quota 23 punti, mancando il sorpasso proprio sulla Vibonese che ha pareggiato nel pomeriggio con gli etnei.

Nel prossimo turno infrasettimanale, la Paganese ospiterà la Viterbese al Torre mercoledì 3 con fischio di inizio previsto per le ore 15.00, mentre il Teramo osserverà un turno di riposo, tornando in campo solo domenica 7, quando alle ore 15.00 al Bonolis arriva il Catanzaro.

Ecco i Top & Flop del match:

TOP

Francesco Bombagi (Teramo): una spina nel fianco per la retroguardia azzurrostellata, si rende spesso pericoloso con giocate improvvise e grandi giocate a smarcare i suoi compagni di squadra. Sugella una prestazione da top player con una rete al culmine di un'azione tutta di prima, mentre va vicino in almeno tre circostanze alla doppietta personale. Ingenuo allo scadere quando si fa ammonire per perdita di tempo. EROICO

Nessuno per la Paganese: la squadra di Di Napoli ha concesso il campo al Teramo, subendo le iniziative dei bianorossi che hanno fatto razzie nell'area di rigore azzurrostellata grazie a rapide verticalizzazioni e giocate sontuose tutte di prima. Una inaspettata involuzione per i campani, che interrompono una beneaugurante striscia di quattro risultati utili consecutivi cadendo in terra abruzzese. NON PERVENUTI

FLOP

Matteo Piacentini (Teramo): due falli fotocopia, forse per problemi agli scarpini o forse altro, che gli costano il doppio giallo e l'uscita anticipata dal campo, lasciando i suoi compagni in dieci per i restanti dieci minuti. Per fortuna gli ospiti non ne approfittano. INGENUO

Approccio alla gara della Paganese: al Bonolis azzurrostellati non pervenuti, gli uomini di Di Napoli si affidano spesso a palle lunghe che non sortiscono alcun effetto. Leggermente meglio nella ripresa con i campani che si fanno vedere con un bolide di Mendicino deviato da Lewandowski. Troppo poco per avere la meglio su un Teramo assetato di punti. IMPROPONIBILI

RIVIVI LE EMOZIONI DELL'INCONTRO!