Top & Flop di Vibonese-Catania

20.10.2019 17:18 di Dario Conti   Vedi letture
© foto di Antonio Abbate/TuttoLegaPro.com
Top & Flop di Vibonese-Catania

Pomeriggio di festa allo stadio “Luigi Razza”, dove la Vibonese travolge il Catania con il risultato di 5-0, grazie alle reti Bernardotto (3’ e 55’), Pugliese (29’), Bubas su rig (55’) e Allegretti nel finale (90’). Il Catania non entra mai in partita, concludendola in dieci, per via dell’espulsione di Dall’Oglio che riceve due gialli nel giro di pochi secondi (66'). I tifosi etnei abbandonano gli spalti anzitempo delusi e amareggiati per una prestazione e una reazione che non si vedono durante i 90’. Si tratta del quinto k.o esterno consecutivo per la squadra di Camplone. La Vibonese sale a quota 14 e si porta a -1 dai rossazzurri, fermi a 15 e sempre più lontani dalla vetta. Ecco i top e flop della partita:

TOP

Bernardotto (Vibonese): doppietta per l’attaccante, promosso titolare al centro dell’attacco al posto di Allegretti. Pericolo costante, come i compagni, dentro l’area rossazzurra, che va in affanno su ogni iniziativa. Furlan, dall’altra parte, evita un passivo ancora più pesante, negandogli la soddisfazione della tripletta personale. SCINTILLANTE.

Nessuno (Catania): i rossazzurri confermano le tante fragilità fuori casa. Quella con la Vibonese è la punizione più pesante sin qui ricevuta. Nessuna palla gol, un possesso lento e facilmente prevedibile. I rossoblù non rischiano praticamente nulla; Mengoni sporca i guantoni in appena una circostanza, sulla conclusione nel primo tempo di Di Piazza. TRAMORTITO.

FLOP

Nessuno (Vibonese): pomeriggio di festa per la squadra Modica, praticamente perfetta durante i 90’. Difficile trovare un difetto. APPLAUSI.

Squadra e Camplone (Catania): quinta sconfitta esterna consecutiva, diciotto reti subìte lontano dal ‘Massimino’. Un crollo vertiginoso per gli etnei, che non riescono proprio ad invertire il proprio rendimento in trasferta. Nessuna occasione creata, una partita che inizia male e finisce peggio con un pokerissimo dei rossoblù e l’uscita anzitempo dallo stadio dei propri tifosi, che vengono quasi derisi dagli avversari al momento del cambio di Lodi, applaudito per solidarietà. Dall’Oglio perde la testa, ricevendo un doppio giallo nel giro di pochi secondi. Dati che fanno riflettere e la posizione di Camplone, che non ha ancora trovato la chiave di svolta, non è più così sicura. VERGOGNOSI.