CALCIOMERCATO: IN ATTESA DEI COLPI E' VALZER DEGLI ALLENATORI. CASO COVID A CAVA TUTTO SOTTO CONTROLLO. AUTERI GUIDERA' IL BARI

14.08.2020 00:00 di Luca Esposito Twitter:    Vedi letture
© foto di TuttoSalernitana.com
CALCIOMERCATO: IN ATTESA DEI COLPI E' VALZER DEGLI ALLENATORI. CASO COVID A CAVA TUTTO SOTTO CONTROLLO. AUTERI GUIDERA' IL BARI

Tempo di ripartenza per la serie C che, dopo il dramma sportivo dettato dall’emergenza Covid, prova a rialzare la testa e a garantire un minimo di continuità al suo percorso sperando, tra l’altro, che riforme discutibili in via di approvazione possano portare i benefici auspicati. Come ampiamente prevedibile sono settimane di calma piatta sul mercato, con tanti presidenti che hanno deciso di sfoltire le rose e di puntare esclusivamente sui giovani e sugli svincolati. Una presa di posizione che rischia di abbassare ulteriormente il livello tecnico, ma comprensibile sul piano squisitamente aziendale: gli sponsor latitano, gli stadi rischiano di rimanere chiusi e, senza entrate, bisogna garantirsi anzitutto la sopravvivenza prendendo esempio, purtroppo, dai casi Siena, Campodarsego e Sicula Leonzio. E’ chiaro che l’obbligo dei 22 in lista è un problema non di poco conto: chi, nel recente passato, aveva investito milioni di euro per garantirsi una rosa lunga è costretto a concentrarsi principalmente sulle uscite per non appesantire i bilanci. Il presidente Ghirelli, sotto questo punto di vista, predica ottimismo e conferma che tanti club hanno apprezzato questa presa di posizione che potrebbe creare anche minori disparità tecniche. L’unica eccezione è rappresentata dalla Sambenedettese che, dopo aver riconfermato mister Montero in panchina, ha deciso di accaparrarsi alcuni elementi di categoria superiore: fatta per Maxi Lopez e Nocciolini, in dirittura d’arrivo l’affare Botta che consentirebbe ai marchigiani di presentarsi ai nastri di partenza con i galloni della favorita. Soprattutto se arrivasse un attaccate di spessore dopo gli addii di Cernigoi e Volpicelli. Ad ogni modo si tratta di un’eccezione, siamo abbastanza certi che non sarà un’estate rovente. Si attende un colpo del Bari, stranamente fermo pur avendo potenzialità economiche di caratura superiore. Da sciogliere il nodo allenatore: mister Vivarini non guiderà più il Bari, al suo posto ci sarà Gaetano Autreri, insieme al diesse Romairone. I nostalgici ipotizzavano un ritorno di Gian Piero Ventura, reduce dal fallimento con la Salernitana. In realtà, ai tempi del Napoli, patron De Laurentiis lo esonerò dopo pochi mesi riservandogli qualche frase non tenerissima quando allenava la Nazionale. Tutto fermo anche ad Avellino e non basta la riconferma di un giocatore interessante come Giuliano per appagare le esigenze di una piazza affamata di calcio vero dopo aver assaggiato la polvere dei campi della D.

Al di là della grana stadio, prova a muoversi anche la Turris per non sfigurare in Lega Pro a distanza di anni dall’ultima apparizione, il Trapani non vuole fare la C e ha inoltrato un ricorso al CONI pretendendo la B a 22. Ipotesi assai remota e che non deve far rilassare Perugia e Pescara che proveranno a difendere con le unghie e con i denti la cadetteria. All’andata hanno prevalso in rimonta e di misura gli abruzzesi, il Perugia però venderà cara la pelle pur in un clima di grande contestazione. A Terni già pregustano il derby, in quel caso entrambe potrebbero essere inserite nel girone B. Tornando al futuro, se il mercato è fermo si può dire invece che il valzer degli allenatori entusiasma come sempre. Torna in pista Agenore Maurizi, che riparte dalla Viterbese. A Potenza suggestive “questioni familiari”. Per la panchina il principale indiziato è Mario Somma che, dopo anni vissuti da opinionista televisivo, potrebbe rimettersi in discussione ritrovando il genero Manuel Ricci. A Salerno, nel brevissimo interregno prima del clamoroso esonero voluto dal ds Fabiani, fu impossibile lavorare insieme. “Lotito mi ha detto che non si può e ha ragione: perdiamo un grandissimo giocatore, ma i calciatori vivono lo spogliatoio, parlano e Manuel sarebbe in imbarazzo. Il discorso ha una logica, giusto vada via” disse nel giorno della conferenza stampa di presentazione. A Potenza la vedranno allo stesso modo? Nota finale sulla Triestina che, dopo aver preso il centrocampista Rizzo, ha messo nel mirino il difensore Silvestri ma soprattutto riconfermerà i più bravi. Una base già assai competitiva per la categoria, con Sarno e Procaccio che rappresentano il presente e il futuro in attesa che si sciolgano le riserve sul sempreverde Granoche.  C’è poi il caso Cavese. La conferenza stampa di inizio stagione è stata rinviata a causa della positività al Covid di un tesserato. Di conseguenza tutti i calciatori e lo staff tecnico sono in quarantena a scopo precauzionale in attesa che arrivi l’esito dei tamponi. La società ha specificato che il giocatore in questione è totalmente asintomatico, come ormai la stragrande maggioranza dei contagiati. Tuttavia c’è un protocollo rigido da rispettare e, ad ora, i campani mettono in stand by la ripartenza che potrebbe esserci nella tarda giornata di domani. Chiudiamo con il capitolo arbitri. Il prossimo 31 agosto conosceremo i nuovi organici della CAN C e CAN A-B, nonché  i nomi dei promossi nella categoria superiore.