Canonico si avvicina al Foggia proprio nella settimana del "Derby di Apulia". A Lucca è tempo di calciomercato, mentre a Caserta c'è il clamoroso ritorno di Martone

Nato (orgogliosamente) a Salerno nell'anno in cui l'OM vinse la Champions League. Vivo di Calcio(Mercato)
31.10.2020 00:15 di Nunzio Danilo Ferraioli Twitter:    Vedi letture
Nunzio Danilo Ferraioli
Nunzio Danilo Ferraioli
© foto di TC

L'indiscrezione lanciata con forza e dovizia dal collega, ma soprattutto amico, Dario Lo Cascio nel pomeriggio è stata di quelle importanti.
Nicola Canonico è vicino all'acquisizione del Foggia, e i contatti tra le parti viaggiano spediti. L'imprenditore, ex patron del Bisceglie, ha in testa i satanelli da mesi basti pensare che una prima offerta era stata inviata alla proprietà rossonera pochissimi giorni dopo ferragosto.
Che sia questa la volta buona? Chissà. La certezza è una.
E questo mio pensiero lo vorrei scrivere a caratteri cubitali.
Foggia è una piazza che per bacino d'utenza, per passione dei propri tifosi, ma anche per tradizione merita categorie differenti.
Foggia è una piazza che nonostante gli schiaffi presi in faccia negli ultimi anni, ha saputo sempre rialzarsi con dignità dalla Serie D.
Foggia è una piazza, però, che non deve esser presa in giro.
Programmazione, serietà, e soprattutto quel “passo mai più lungo della gamba” che potrebbe deludere i tifosi in un primo momento, ma che a lungo andare premia sempre.
A Canonico l'arduo compito. E pensare che l'ex nerazzurrostellato è ad un passo dal Foggia proprio nella settimana del derby di Apulia contro il Bari. Quel Bari che aveva tentato di rilevare nell'estate del 2018, provando a “prestare” il titolo del suo Bisceglie per mantenere almeno la Serie C e quindi il professionismo.
Uno scherzo del destino? Plausibile.

Nel frattempo in Serie C è stata la settimana di due clamorosi ritorni. Uno già ufficializzato, l'altro (salvo imprevisti, ndr) da ufficializzare nelle prossime ore.
Giovanni Lopez è tornato alla Lucchese, mentre Aniello Martone tornerà alla Casertana.

Per l'ex tecnico della Viterbese è un ritorno ad effetto ma già anticipato dalla nostra redazione [LEGGI QUI]. E il perché sta tutto nel fatto che lo stesso Lopez era stato contattato dai rossoneri già durante la scorsa estate.
Un semplice contatto "di cortesia" ma nulla di troppo serio anche perché c'era pienissima fiducia nei confronti di mister Monaco.
La Lucchese, però, ha bisogno di linfa vitale in mezzo al campo ed è per questo che sono ad un passo Sbrissa, Ceesay e Dumancic. E attenzione anche al profilo di Roberto Candido. L'ex trequartista del Rimini è gradito e non poco al nuovo staff tecnico.

In Terra di Lavoro, invece, è tutto pronto per il ritorno di Aniello Martone. Un ritorno "pesante" anche perché l'addio con il presidente D'Agostino e l'ambiente rossoblu non fu propriamente rose e fiori. E nel frattempo la panchina di mister Guidi, reduce da soli tre punti nelle prime cinque giornate, non è salda come un mesetto fa. Il derby casalingo contro la Turris inizia già ad avere una valenza importante, e non solo per il campanile. Non ci resta che attendere.