IL PROTAGONISTA DELLA SETTIMANA - MACCARRONE IN MANETTE, TORNA LO SPETTRO CALCIOSCOMMESSE

24.11.2019 00:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
Giordano Maccarrone
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Giordano Maccarrone

Il calcioscommesse torna a scuotere il mondo della Serie C. Ieri nell'ambito dell'operazione CornerBet è finito in manette Giordano Maccarrone, difensore attualmente al Foggia (D) ma che nella passata stagione, periodo al quale si riferiscono i fatti, vestiva la maglia del Bisceglie. La vicenda trae origine dalla denuncia presentata dal titolare di una agenzia di scommesse di Catania, che lamentava la sottrazione di migliaia di euro, da alcuni suoi conti di gioco on-line tramite accessi abusivi al sistema da parte di ignoti. Nello specifico il difensore catanese avrebbe provato ad alterare i risultati di tre gare del girone C: Trapani-Bisceglie, Rende-Bisceglie e Bisceglie-Sicula Leonzio. Insieme a lui sono state arrestate altre due persone: Andrea Leanza 39 anni, titolare di un centro scommesse e Rosario Cavallaro, 39 anni. Il disegno criminoso è stato smascherato attraverso intercettazioni effettuate sugli smartphone dei diretti interessati. Il reato contestato è quello di frode in competizione sportiva. Maccarrone avrebbe avuto un ruolo attivo, adoperandosi per combinare risultati finali, calci d'angolo, ammonizioni ed espulsioni. PM ha richiesto e ottenuto dal GIP l’ordinanza di custodia cautelativa dei tre. «Se non mi faranno giocare sabato siamo rovinati» avrebbe affermato Maccarrone in una intercettazione.

In attesa che la giustizia faccia il suo corso, appurando come siano andate veramente le cose, il Bisceglie si è immediatamente tirato fuori dalla vicenda: "Con disappunto e amarezza abbiamo appreso che un ex tesserato, Giordano Maccarrone, con il quale, per altro, questa società già dall’aprile 2019 aveva risolto il contratto di prestazione sportiva in essere, è stato ritenuto responsabile di illeciti di estrema gravità. Nel prendere le distanze da quanto accaduto rimarchiamo che l’A.S. Bisceglie srl, da sempre rispettosa dei principi di lealtà e probità sportiva, nella giornata odierna provvederà a richiedere la prescritta autorizzazione federale al fine di tutelare, nelle competenti sedi giudiziarie, la propria immagine e per ogni altro danno che emergerà dalle risultanze investigative".