IL PROTAGONISTA DELLA SETTIMANA - PESENTI E L'ESULTANZA DELLA DISCORDIA

03.11.2019 00:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
Massimiliano Pesenti
© foto di Francesco Inzitari/ILoveGiana
Massimiliano Pesenti

La sua esultanza sopra le righe, dopo la rete del pareggio nel match con il Piacenza, ha scatenato un vero putiferio. Massimiliano Pesenti non è riuscito a trattenersi festeggiando in maniera polermica una rete fortemente voluta contro la sua ex squadra dalla quale si è sentito scaricato per la cessione al Pisa dello scorso gennaio, club col quale è riuscito a centrare la promozione in Serie B. Il centravanti biancoscudato si è portato le mani alle orecchie, anche in risposta ai fischi ricevuti durante la partita dal pubblico di fede emiliana venendo sanzionato con il giallo dall'arbitro e poi successivamente squalificato dal giudice sportivo. Il Padova ha presentato ricorso d'urgenza respinto dalla Corte Sportiva d'Appello Nazionale che lo ha ritenuto inammissibile, ma non si è rassegnato annunciando di voler proseguire le proprie azioni nelle sedi istituzionali per vedere riconosciute le proprie ragioni. Pesenti sa di aver sbagliato, come ha rivelato anche il suo capitano Cherubin ma scomposta è stata anche la reazione del presidente onorario del Piacenza Gatti che lo ha definito un animale, risparmiando gli altri epiteti. Non certo l'ideale per abbassare i toni.