INTERVISTA TC - Ag. Biasci: "Mi ricorda Caputo. Futuro in Serie B"

01.08.2020 10:30 di Antonino Sergi   Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
INTERVISTA TC - Ag. Biasci: "Mi ricorda Caputo. Futuro in Serie B"

Diciassette reti stagionali per Tommaso Biasci, una stagione super per l'attaccante del Carpi arrivato la scorsa estate dalla Carrarese. Prestazioni e gol che ovviamente non hanno lasciato indifferenti tanti club anche di categoria inferiore ed il suo futuro è sempre più lontano dal biancorosso. A tal proposito, ai microfoni di TuttoC.com, è intervenuto l'agente del calciatore Giorgio Parretti.

Si aspettava, dopo Carrara, una stagione del genere da parte di Biasci?
"Nel momento nel quale è iniziato questo sodalizio mi auguravo che potesse concretizzare le sue qualità e le sue caratteristiche tecniche. La Carrarese è stata una palestra di vita, con mister Baldini non si impara solo a giocare a calcio ma anche ad essere professionisti ed il ragazzo è grato al mister. Stefanelli al Carpi ha puntato forte su di lui, poi vorrei ricordare che non ha mai fatto un gol normale. Ha sempre fatto gol importanti. E' un ragazzo che ascolta molto".

Si è confrontato con il Carpi dopo la fine del campionato?
"Dopo l'eliminazione ai playoff ne abbiamo parlato. Eravamo rimasti d'accordo che in caso di promozione in B sarebbe rimasto sicuramente a Carpi, purtroppo non è andata bene e abbiamo ragionato per trasferirsi in una società di categoria superiore".

Quindi possiamo dire che il futuro di Biasci è in Serie B.
"Decisamente sì. E' un classe 94 ed è arrivato il momento di confrontarsi con una categoria superiore. Bisogna aspettare e avere pazienza, dobbiamo cercare di trovare le soluzioni idonee alle sue caratteristiche. Mi ricorda molto Francesco Caputo, è arrivato molto tardi in Serie A. Il mio augurio è quello che possa ripercorrere le orme di Caputo, quest'ultimo sa fare gol in ogni categoria. Con le persone con le quali abbiamo parlate sono disposte a valorizzarlo".

Il suo nome è sempre accostato a quello del Vicenza.
"Sì, ma non c'è solo il Vicenza. Sicuramente è stata la prima società a dimostrare interesse, conosco molto bene le grandi capacità di Magalini che è un fine osservatore. E' sempre una società prestigiosa, mi fa piacere che uno come Magalini ha messo gli occhi su Biasci. Ho ricordi bellissimi di Vicenza, ho avuto tanti calciatori lì nel corso degli anni".