INTERVISTA TC - Della Latta: "Carrarese, proviamo a fare qualcosa di grande"

03.08.2022 16:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Della Latta: "Carrarese, proviamo a fare qualcosa di grande"
TMW/TuttoC.com

E' stato il colpo della Carrarese in questo mercato estivo, di oggi l'annuncio di Simone Della Latta. Ai microfoni di TuttoC.com, le prime impressioni dell'ex centrocampista del Padova.

Com'è nata la trattativa con la Carrarese?
"Il progetto Carrarese è nato in un secondo momento. Inizialmente ho avuto contatti con diverse società di fascia alta di serie C che sulla carta potrebbero sembrare più competitive della Carrarese. Ho deciso però di fare una scelta diversa, dettata più dalle sensazioni e dal cuore. Inoltre mi hanno sempre parlato molto bene della società e della piazza e sicuramente questo mi ha spronato ad accettare questa nuova sfida".

Cosa ti aspetti dal progetto?
"Un progetto importante e credo che potremmo toglierci delle grosse soddisfazioni. Ho conosciuto tutto lo staff dirigenziale, sono molto entusiasti e vogliono provare a fare qualcosa di grande per questa città".

Ti sei sentito con i tuoi ex compagni a Carrara?
"Mi sono sentito spesso con Pelagatti e mi ha subito confermato le mie prime impressioni".

Ti aspettavi potesse finire così con il Padova?
"Dopo la stagione 2020/2021, nonostante potessi andare in B, io come altri compagni, abbiamo deciso a livello di gruppo di riprovarci perché sentivamo che potevamo dare  ancora tanto. Da gennaio in poi tutto è cambiato, da quando Sogliano è andato via. Hanno mandato via un punto di riferimento importante e soprattutto presente che aveva inciso sulle nostre scelte di rimanere. Nonostante tutto abbiamo fatto una rincorsa incredibile. Poi sappiamo tutti come è finita più che per demeriti nostri perché abbiamo trovato un avversario veramente importante".

Come ti spieghi questa scelta?
"Non mi è stato detto niente in maniera diretta ma avendo capito la situazione in cui mi trovavo ed ho provato ad andare via per tutto il mese di luglio con offerte concrete. Purtroppo per determinate squadre la società chiedeva un conguaglio economico. Ma il mio desiderio è sempre stato quello di andare altrove capendo che sarei stato messo in esubero".

Che messaggio vuoi mandare ai tifosi del Padova?
"Rimarrò sempre legato a Padova perché ho passato due anni splendidi in una stupenda città e dove ho trovato un gruppo fantastico. Abbiamo riportato tantissimi tifosi allo stadio, e ci rende orgoglioso. Li ringrazio perché ci hanno dato una grande spinta, peccato non averli regalato la B".

Ed a quelli della Carrarese?
"Vogliamo fare un grande campionato e speriamo che il loro supporto sia una spinta in più per raggiungere traguardi importanti".