INTERVISTA TC - Dg Turris: "Testa al Latina, sentiremo parlare di Ercolano"

01.10.2021 11:00 di Antonino Sergi   vedi letture
Fonte: Luca Esposito
INTERVISTA TC - Dg Turris: "Testa al Latina, sentiremo parlare di Ercolano"

Ancora un poker per la Turris nel giro di quattro giorni, prima quello con la Vibonese e poi con il Catania al Massimino. Un grande momento per i corallini come testimoniato ai microfoni di TuttoC.com dal direttore generale Rosario Primicile.

Sul momento della squadra 
“La società ha sempre avuto fiducia nel meticoloso lavoro del tecnico e della squadra, senza destabilizzarsi per i due incidenti di percorso in casa. E non avevo dubbi nemmeno su potenzialità e assortimento dei nostri attaccanti, andati tutti a segno a Catania grazie anche ad una brillantezza e ad un affiatamento che crescono, come è giusto che sia, di partita in partita. Oggi, se non sbaglio, abbiamo il miglior attacco del girone insieme al Bari, anche se la capacità di questa Turris di andare a segno e creare una gran mole di situazioni pericolose non va ricondotta ai soli centravanti, ma premia il lavoro di tutta la squadra e la mentalità che il tecnico le sta inculcando”.

Ora va sfatato il tabù casalingo 
“Un tabù solo per i risultati ma non per le prestazioni viste al Liguori finora. Ora testa al Latina, senza lasciarsi andare a distrazioni e illusioni. La squadra da oggi riprenderà a lavorare con la consueta concentrazione al prossimo impegno ravvicinato di campionato. Il Latina è un avversario ostico, da prendere con le molle. Lo abbiamo già visto in Coppa Italia nonostante si fossero radunati da poco tempo. Il calciatore che toglierei al Latina? Vado controcorrente e faccio il nome di un classe 2002, Emanuel Ercolano. Non lo scopro certo io, ma sentiremo parlare a livello nazionale di questo terzino destro di spinta, originario delle nostre zone. Lo abbiamo seguito anche nelle finali scudetto Primavera disputate con la Sampdoria insieme ad altri giovani che stavamo monitorando. Non a caso, in estate era stato convocato da D’Aversa per il ritiro della prima squadra. Affrontare un campionato di C, a quest'età, resta una grande palestra. Ed è la filosofia anche della Turris quella di mettere sempre in vetrina giovani di valore insieme a calciatori di categoria”.