INTERVISTA TC - Ds Cerignola: "Siamo soddisfatti. Ma troppi episodi contro di noi"

02.12.2022 16:50 di Ivan Cardia Twitter:    vedi letture
INTERVISTA TC - Ds Cerignola: "Siamo soddisfatti. Ma troppi episodi contro di noi"
TMW/TuttoC.com

Buon momento per l'Audace Cerignola, reduce da cinque risultati positivi di fila, tra cui lo 0-0 col Potenza. Della gara contro i lucani parla a TuttoC il direttore sportivo dei pugliesi, Elio Di Toro: "È stato un pareggio contro una squadra in salute: il Potenza veniva da cinque risultati utili consecutivi, ci aspettavamo stesse bene. Anche se, devo dire la verità, per 70 minuti non ricordo grandi occasioni da parte loro: credo che abbiamo fatto più la partita noi, magari siamo stati poco incisivi. Poi ci sono degli episodi che hanno condizionato la gara: per me c'erano la doppia ammonizione di Armini e un rigore netto a nostro favore. È l'ennesima situazione che ci penalizza: dopo 15 partite abbiamo preso un rigore e abbiamo avuto tante situazioni dubbie. Spero sia solo una coincidenza, ma è giusto evidenziarlo secondo me".

Non penserà mica a un qualche complotto verso il Cerignola.

"Assolutamente, non voglio pensare questo. Dico solo che ci sono stati degli episodi in queste quindici partite che non sono stati a noi favorevoli. Ma parlo di situazioni abbastanza oggettive, a nostro giudizio. Vorremmo solo un po' più di attenzione nei nostri confronti, magari un pizzico di personalità in più. Determinate situazioni potevano richiedere una personalità maggiore e non è avvenuto. Penso alla partita col Foggia, alla gara in casa col Picerno, a quella di Pescara. Non so da cosa possa dipendere, se magari dal fatto che siamo una neopromossa o cosa. Poi ormai non si può dire niente, ma non vogliamo certo passare per stupidi".

Buon momento anche per voi, il Potenza non è avversario da poco.

"È una squadra che ha perso poco, noi abbiamo fatto la partita che volevamo fare. Sono contento di quello che la squadra sta facendo in questa fase della stagione. Sta proponendo ottime cose a livello di prestazioni e personalità: merito del lavoro dell'allenatore e dei ragazzi che hanno trovato un equilibrio. Noi possiamo solo sostenere le scelte fatte, la società sta facendo quello che si deve fare in categoria".

Adesso sfida al Crotone…

"È una squadra forte, con individualità importantissime. È una squadra che ha anche una tradizione, un blasone che si porta dietro e questo incide anche sulla mentalità. Sappiamo che è una formazione che va rispettata in tutto e per tutto, dobbiamo arrivarci col giusto rispetto e allo stesso tempo dobbiamo misurarci e capire se possiamo crescere attraverso anche queste gare, sempre con le nostre caratteristiche".

Gennaio si avvicina, che ci dobbiamo aspettare sul mercato?

"Col presidente ci siamo dati tempo fino a Natale per vederci, valutare cosa fare e cosa non fare, in base alla situazione di classifica. Di certo non ci possiamo discostare di molto dai programmi iniziali: va rispettato quello che ha fatto la società finora, l'impegno sia economico che generale, anche a livello di presenza e di vicinanza. È stato un lavoro imponente e non possiamo spostarci di questo: faremo le valutazioni sia economiche che di programmazione".

Ma volendo immaginare un reparto su cui muoversi?

"Dobbiamo parlare anche col mister, per capire a livello tecnico-tattico il da farsi. Abbiamo una varietà a livello di rosa che ci consente di poter scegliere un paio di moduli, bisogna capire se dobbiamo eventualmente integrare qualcosa. Per ora, però, siamo contenti di tutti e il gruppo sta rispondendo bene: non c'è fretta di valutare delle cose, siamo davvero contenti di questi ragazzi che hanno una disponibilità e un atteggiamento che ci inorgoglisce".