INTERVISTA TC - Galigani: "Ghirelli disse 'mai più Pro Piacenza', battuta infelice"

18.10.2020 14:30 di Raffaella Bon   Vedi letture
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
INTERVISTA TC - Galigani: "Ghirelli disse 'mai più Pro Piacenza', battuta infelice"

L'ex direttore sportivo, tra le altre di Foggia e Ternana ed ex direttore generale del Taranto, Vittorio Galigani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com per commentare gli ultimi avvenimenti in Serie C.

Cosa pensa della situazione del Livorno?
"Occorre la copertura finanziaria diversamente non vedo la possibilità di soluzioni positive. Un rimpallo continuo di responsabilità che non porta a nessuna soluzione positiva. Con grandi responsabilità della presidenza di Lega e della Federcalcio sui controlli preventivi". 

Pensa che se ne possa uscire in maniera positiva?
"La situazione non è singola che coinvolge soltanto il Livorno. E' molto complessa e grave tutta la situazione della Lega Pro. Si trascinano da diverse stagioni problemi di natura finanziaria e regolamentare".

Oggi a Olbia i calciatori riusciranno a mettere da parte i problemi?
"Difficile che i ragazzi a Olbia riescano a mettere da parte le questioni societarie". 

Intanto ci sono stati i casi Trapani e Siena, cosa succede a questo calcio?
"La presidenza di Lega non applica il regolamento per quanto riguarda i controlli. La prova sono le iscrizioni al campionato di società in carenza. Occorre applicare le norme, che ci sono, alla lettera. Ghirelli ebbe a dire "mai più un'altra Pro Piacenza", mai battuta è stata più ilare e infelice". 

Società sane, a esempio la Pianese, fatte retrocedere. Non era meglio ripescarle?
"Errori anche questi che si ripetono costantemente, stagione dopo stagione. Non voglio parlare di clientelismo. Ricordo però il trattamento penalizzante riservato un paio di stagioni addietro al Cerignola".