INTERVISTA TC - Graziani: "Catanzaro-Padova finale anticipata"

24.05.2022 19:30 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Graziani: "Catanzaro-Padova finale anticipata"
TMW/TuttoC.com
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com

Ai microfoni di TuttoC.com l'ex attaccante Gabriele Graziani, ora tecnico della Correggese, parla dei playoff ottenuti in Serie D: "Parlare di miracolo non mi piace perché vorrebbe dire sminuire le qualità di questi ragazzi, certo che fare la squadra il 25 di agosto, il primo allenamento il 28 agosto in mezzo a mille difficoltà, direi che è stato qualcosa di incredibile. Devo ringraziare tutta la società che dal primo giorno ci ha permesso di lavorare molto seriamente e serenamente e i ragazzi per il lavoro profuso fino ad oggi".

Resterai anche nella prossima stagione?
"Appena finirà l'anno ci troveremo con il presidente e il direttore per parlare, da parte mia c'è la disponibilità a continuare il matrimonio".

Chi vedi favorito nelle semifinali playoff di Serie C?
"Vedo Catanzaro-Padova come una finale anticipata, credo che rispetto a Feralpi e Palermo abbiano qualcosa in più anche se poi in un doppio confronto così ravvicinato può esserci sempre una sorpresa. Vista l'amicizia che ho con il direttore Pelliccioni spero che il Catanzaro possa spuntarla". 

Come valuti la stagione del Mantova?
"Mi aspettavo onestamente potesse soffrire un po’ meno ma nella prima parte di campionato non aver avuto un attaccante che ti risolve qualche partita sporca l'ha un po’ penalizzato, poi con l arrivo di Monachello le cose sono migliorate e spero possa adesso allestire una squadra per puntare più che a una salvezza tranquilla".

Ti aspettavi la retrocessione della Pistoiese?
"E' un peccato che la Pistoiese abbia dovuto subire una nuova retrocessione, mi auguro che gli arancioni possano tornare nei professionisti il prima possibile".

Che campionato è stato quello del Siena?
"Secondo me inspiegabilmente ha mandato via Gilardino quando era in piena zona playoff da neopromossa. Il mercato è stato fatto in fretta e furia per il ripescaggio all'ultimo secondo, alle volte ci vuole un po’ più di calma e serenità nei giudizi e non mettere sempre l'allenatore al centro del problema, ma questo vale ovunque".