INTERVISTA TC - Lombardo: "Liste a 22? Per i giocatori meno possibilità"

14.09.2020 19:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
© foto di Uff. Stampa Reggiana
INTERVISTA TC - Lombardo: "Liste a 22? Per i giocatori meno possibilità"

Il centrocampista Mattia Lombardo, attualmente svincolato dopo le vicende legate alla Robur Siena, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per un commento su alcune sue ex squadre e sulla Serie C in generale: 

Iniziamo dal tuo prossimo futuro, cosa ti aspetti?
"Ciò che mi aspetto dal prossimo futuro è quello di far parte di un progetto ambizioso con basi solide. Molte società di serie C si sono organizzate e attrezzate per affrontare il campionato da protagoniste. Qualche interessamento c'è già stato. Vediamo nei prossimi giorni cosa accadrà". 

A distanza di due mesi cosa pensi di quanto accaduto a Siena?
"Sono contento che il nuovo Siena sia ripartito con grande entusiasmo e con l’obiettivo chiaro di vincere immediatamente la serie D mettendo basi solide anche per il futuro. Conosco bene alcuni nuovi protagonisti tra cui il Ds Grammatica e sono sicuro che centreranno l’obiettivo". 

La Lucchese è tornata in C, tu torneresti in rossonero?
"Ovviamente il legame con l’ambiente rossonero è fortissimo e lo rimarrà per sempre a prescindere dal mio futuro. Al momento non sono mai stato contattato dalla nuova proprietà. Spero comunque che riusciranno a fare un grandissimo lavoro per mantenere la categoria e gettare le basi per un futuro migliore". 

Anche il Mantova ha riconquistato il professionismo.
"Un’altra piazza calda come Mantova finalmente ritrova il professionismo e dovrà’ mettercela tutta per mantenere la categoria soprattutto se fará parte del competitivo girone B, così da dare continuità al progetto". 

Ti aspettavi il cambio di proprietà a Vercelli?
"Il Presidente Secondo ha fatto un grandissimo lavoro negli ultimi anni e lascia una società invidiabile per organizzazione, dedizione e grande programmazione. Sono certo che avrà messo la Pro Vercelli in mani sicure".

Cosa pensi della nuova norma che blocca le rose a 22 giocatori?
"Penso che la lista a 22 giocatori abbia alcuni aspetti positivi ed altri decisamente meno. Tra gli aspetti positivi certamente quello della maggior selezione con conseguente innalzamento della qualità dei giocatori in rosa. Un altro aspetto da tenere in considerazione è la riduzione dei costi per i club. Tra gli aspetti meno positivi quello di offrire meno opportunità ai calciatori e meno possibilità di scelta agli allenatori durante la stagione avendo una rosa più ristretta".