INTERVISTA TC - Morrone: "In finale le migliori. Bari azzererà svantaggio"

21.07.2020 17:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
INTERVISTA TC - Morrone: "In finale le migliori. Bari azzererà svantaggio"

Alfonso Morrone, presidente dell'ADICOSP, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per presentare la finale playoff di domani sera tra Reggiana e Bari che mette in palio la quarta promozione in Serie B: "Sono stato profetico molte settimane fa perché in una mia intervista dissi che se non si poteva più giocare. Sarebbe stato giusto uno spareggio Reggiana-Bari. Naturalmente scherzo. Per fortuna la quarta promossa in B uscirà dal verdetto del campo, unico e insindacabile. Si affrontano forse le due migliori anche se devo elogiare Carpi e Carrarese che durante l’intero arco della stagione non sono state inferiori a nessuno. Essendo una finale sicuramente almeno all’inizio prevedo una fase di studio poi credo che saranno gli episodi a far sbilanciare gli equilibri.  Il pronostico naturalmente è molto difficile da fare perché entrambe hanno le stesse possibilità di promozione.

Come valuta il cammino delle due squadre?
"Come asserito prima vanno in finale le migliori. Entrambe però hanno faticato e rischiato non poco. Sicuramente hanno pagato il dazio della lunga sosta ed il fatto di aver incontrato squadre con alcune partite sulle gambe. La Reggiana poteva uscire con il Potenza e solo grazie ad un rigore parato da Venturi ha potuto approdare in semifinale. Il Bari, dal suo canto, ha avuto la meglio sulla Carrarese solo grazie ad un gol di Simeri al 118’ che gli permetterà di giocarsi la B domani".

Il Bari avrebbe voluto giocare in campo neutro.
"Sono per il rispetto delle regole. Poi se dovessi decidere io certamente la finale sarebbe stata più giusto farla giocare in campo neutro anche se con gli stadi vuoti il fattore campo incide pochissimo. Comunque il Bari ha una struttura societaria, una squadra forte ed un blasone che certamente azzererà questo piccolo svantaggio".

A settembre verrà introdotto il quarto uomo anche in Serie C. Cosa ne pensa?
"L’introduzione del quarto uomo non può altro che far bene per ridurre ancor di più gli errori arbitrali. Otto occhi vedono meglio di sei. Gli arbitri sono uomini e giocoforza l’errore umano bisogna metterlo sempre in conto. Con un altro collaboratore sicuramente avremo un ulteriore supporto per far diminuire alcune sviste ed in particolar modo ci sarà più controllo su chi siede in panchina a vario titolo. Spero quanto prima, dopo l’introduzione degli auricolari e del quarto uomo, di vedere anche in Lega Pro l’istituzione del VAR. Un campionato professionistico deve avere i supporti tecnologici adeguati. Attualmente gli alti costi non rendono ancora fattibile questa  introduzione in Lega Pro".

Domani con l’Open Day nel quale, oltre a te, interverranno anche Ct della Nazionale Roberto Mancini ed il Presidente della Figc Gabriele Gravina, partirà il corso per l’abilitazione a Direttore Sportivo organizzato dalla Università LUM di Bari in collaborazione con ADICOSP.
"Certamente è un evento storico in quanto per la prima volta un corso per l’abilitazione professionale a direttore e segretario sportivo si svolgerà fuori le aule di Coverciano.  Naturalmente non prevarichiamo nessuno tantomeno il Settore Tecnico, una vera eccellenza del calcio non solo Italiano. Approfitto per ringraziare il Presidente Gabriele Gravina per l’autorizzazione concessa alla Lum per organizzare questo Master perché di questo si tratta. A fine corso si consegue il Master in “Management delle Società calcistiche” che permetterà di sostenere gli esami a Coverciano. Come presidente Adicosp sono onorato di essere partner ed avere nel corpo docente nomi illustri del mondo calcistico come Fabio Paratici, Pantaleo Corvino, Giovanni  Sartori, Igli Tare ed altri ancora. Speriamo di dare quel contributo di qualità ai nuovi direttori e segretari da mettere poi a disposizione dei club".