INTERVISTA TC - Morrone: "Playout bella sfida. Playoff? Piacenza in forma"

07.06.2019 07:30 di Claudia Marrone Twitter:    Vedi letture
© foto di Dario Raimondi
INTERVISTA TC - Morrone: "Playout bella sfida. Playoff? Piacenza in forma"

Una stagione calcistica che sta per concludersi, con playoff e playout entrati ormai nel vivo: poi capitolo iscrizioni al prossimo torneo e calciomercato.
Di tutto questo, ai microfoni di TuttoC.com, anche in vista delle prossime novità, ha parlato il presidente dell'Adicosp - Associazione Direttori e Collaboratori Sportivi Calcio Alfonso Morrone.

Playout nel vivo, domani si conoscerà chi, tra Lucchese e Bisceglie, manterrà la categoria. Che gara sarà?
"Sarà una gara che si giocherà sugli episodi, la Lucchese ha un minimo vantaggio ma dovrà vedersela con un Bisceglie che farà di tutto per segnare, per quanto poi anche i rossoneri non giocheranno una gara di attesa visto l'ottimo potenziale offensivo che hanno. Paradossalmente ne uscirà una bella partita, il cui risultato sarà un terno al lotto. I toscani hanno il vantaggio dell'andata e un gruppo forte che ha fatto dell'orgoglio la sua principale arma, se si salveranno si parlerà di miracolo sportivo.

A proposito di club in difficoltà, non pare passarsela bene il Trapani, prossimo ai playoff.
"Si parla nuovamente di cose che neppure dovrebbero avvenire, anche se con le nuove normative sarà tutto più rigido. Mi lascia un po' perplesso il fatto che la società si sia appena insediata e già ci siano questi problemi, anche se è vero che, per pagare aprile, c'è tempo fino a giugno. Però se i calciatori hanno parlato ci sarà un motivo. E certe situazioni così, come visto in passato, sono irrispettose per chi invece fa tutto in regola".

Andiamo al calcio giocatori: quali le favorite proprio per i playoff?
"La Triestina, giocando in casa, dopo il 2-2 dell'andata ha un lieve vantaggio sul Pisa, ma la gara è aperta e decisamente più equilibrata rispetto a Piacenza-Trapani, dove credo che gli emiliani abbiano qualcosa in più rispetto all'avversario. Hanno dimostrato di aver reagito bene alla batosta di Siena e al seguente lungo stop".

In casa Piacenza, al Gran Galà del calcio ADICOSP è stato premiato Matteassi. Sul fronte, per così dire DS, che novità si registrano?
"Pochi giorni fa, una sentenza del TAR ha confermato la multa di 3 milioni e mezzo circa alla FIGC per le troppe restrizioni ai corsi federali, anche se a novembre il presidente Gravina aveva già cambiato il regolamento per l'accesso ai corsi attraverso il consiglio federali. Gli stessi adesso saranno svolti da più enti, tra i quali ADICOSP, poi occorrerà sostenere l'esame per l'abilitazione alla professione. Sarà un cambiamento epocale, e visto che ora contiamo anche un numero cospicuo di iscritti, le entità calcistiche devono considerarci e capire che la figura del DS va tutelata. E' chiaro che qualche scossa si avvertirà, e i primi che vedranno sulla loro pelle i cambiamenti saranno coloro che esercitavano la funzione di direttore nelle squadre promosse dalla D all C: senza esame non potranno essere ammessi alla carica".