INTERVISTA TC - Pistoiese, Pisseri: "Contro il Renate sarà un'emozione"

19.09.2019 11:00 di Giacomo Principato   Vedi letture
Matteo Pisseri
© foto di Federico Gaetano
Matteo Pisseri

Dal Premio Cestani, passando per le stagioni a Monopoli e Catania e infine alla nuova avventura in quel di Pistoia: a parlare è Matteo Pisseri. Il portiere, intervistato da TuttoC.com, ha raccontato parte di quella che è la sua carriera. Attualmente in forza ai toscani della Pistoiese, il classe '91 ha vestito, tra le altre, le maglie di Renate, Gubbio, Catanzaro e Juve Stabia.

Come sta andando la sua esperienza alla Pistoiese?
"L'impatto è stato positivo, sono qua da un mese e mezzo e mi sto trovando bene. Abbiamo ancora ampi margini di crescita, il campionato è lungo. L'obiettivo è fare una buona stagione e toglierci qualche soddisfazione".

Ritorna nel Girone A dopo una lunga esperienza in quello C. Come lo sta vedendo?
"Ho giocato in Serie C2 con il Renate, per il resto ho sempre fatto il gruppo C. Sto trovando un girone molto livellato e meno fisico rispetto a quello meridionale, però con squadre molto organizzate che provano più a giocare a calcio".

Parlavamo del Renate, la sua prima squadra tra i professionisti. Cosa si prova a incontrarla dopo tanto tempo?
"Sarà sicuramente emozionante, fu la prima squadra a puntare su di me tra i professionisti. In quella stagione, la 2011/12, ottenemmo un'ottima salvezza che mi permise di mettermi in luce e di vincere il Premio Cestani come miglior giovane della Serie C secondo le medie voto La Gazzetta Dello Sport. Ho un bellissimo ricordo, lì ho trovato delle persone veramente ottime".

Domenica si giocherà Monopoli-Catania, per lei una sfida da doppio ex. Che partita si aspetta?
"Sarà una gara dal risultato impronosticabile. Il Monopoli in casa è molto forte, quando ci ho giocato col Catania abbiamo preso delle belle batoste. Molto dipenderà dal tipo di Catania che scenderà in campo: quello di Avellino ha poche rivali, mentre se sarà quello di Potenza ci saranno buone possibilità per il Monopoli. I pugliesi sono una squadra molto temibile con un gruppo che gioca insieme da qualche anno, non sarà una partita facile per gli etnei".

Entrambe sono inserite in un Girone C quest'anno più agguerrito che mai.
"Ci sono tante squadre che puntano a vincere il campionato, è un girone con un livello molto alto. Ci sono almeno 7-8 società che potrebbero arrivare tra le prime. Monopoli e Catania sono due squadre che porto nel cuore, ho dei bellissimi ricordi di entrambi i posti".

Cosa si porta dentro di queste due piazze?
"Di Catania sicuramente l'affetto che i tifosi mi hanno mostrato negli anni. Di Monopoli, oltre che l'affetto della gente, il ricordo di una salvezza ottenuta al ritorno tra i professionisti dopo tanti anni e la partita di Foggia dove riuscì a parare due rigori e vincemmo 0-2".