INTERVISTA TC - Teramo, Lombardo: "Qui per migliorare"

27.10.2021 22:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Teramo, Lombardo: "Qui per migliorare"
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

“Col Teramo la trattativa è nata e conclusa in pochissimo tempo. Conoscevo già direttore e mister, l'ho avuto in nazionale e affrontato diverse volte nelle giovanili”. Così Mattia Lombardo, duttile centrocampista del Teramo, parla a TuttoC.com del suo fresco arrivo in biancorosso.

Nello scorso turno, col Cesena, ha fatto il suo esordio. Com'è andata?

“Ho avuto l'occasione di giocare sin da subito. Alle spalle avevo un'ora di allenamento di rifinitura, ma il mister conosce le mie caratteristiche e ha deciso di utilizzarmi in un momento in cui la squadra aveva bisogno e ho coperto due ruoli differenti. Un risultato positivo considerato che fino a quel momento mi ero semplicemente allenato individualmente e con un club di Eccellenza a Genova. Col passare del tempo conoscerò meglio i compagni e le idee del mister”.

Come si è mantenuto in forma?

“Avevo iniziato il ritiro con la Sambenedettese, poi mi sono allenato per due mesi con un club di Eccellenza del genovese e individualmente in un campo d'atletica con un'allenatrice”.

Quanta voglia aveva di tornare a giocare?

“Avevo il forte desiderio di tornare il campo il prima possibile e rimettermi in gioco. L'esperienza al Teramo può migliorarmi e darmi diversi benefici, la conoscenza col mister è fondamentale”.

Ha mai perso la speranza di trovare squadra?

“Sono un ragazzo positivo, tanto che in questo periodo mi sono allenato duramente e ho passato il weekend guardando più partite possibili. Tutto ciò mi è servito per capire il livello e il modo di giocare di alcune squadre, ero convinto che i miei numeri avessero un valore importante e che una chiamata sarebbe arrivata”.

Quanto ha influito mister Guidi nella sua scelta?

“Il mister è stato di fondamentale importanza nella mia scelta. Avevo visto esprimessero un calcio molto tecnico, il mister mi ha spiegato i loro principi di gioco convincendomi. Inoltre lo conosco come una persona preparata che può insegnarmi tanto. Per lui sono un calciatore capace di ricoprire più ruoli in campo, sto imparando già dai primi allenamenti e mi metterò sempre a disposizione per farlo sempre più e meglio”.

Adesso la testa è rivolta al Montevarchi.

“La prossima è una gara di vitale importanza, ci vorrà una grande prestazione per riscattarci. Dovremmo affrontare il Montevarchi con voglia e il giusto atteggiamento: servono fame e determinazione. Restiamo concentrati su ciò che dobbiamo fare, se seguiamo le indicazioni del mister avremo ottime possibilità di portare a casa il bottino pieno”.