Calcagno (AIC): "Giusto ragionare anche delle categorie inferiori"

01.06.2020 12:30 di Marco Pieracci   Vedi letture
Umberto Calcagno
Umberto Calcagno

Umberto Calcagno, vicepresidente dell'AIC, ha commentato la querelle tra l'Assocalciatori e la Lega Serie A in merito all'orario delle 17:15 individuato per le partite pomeridiane in un'intervista a Sky Sport: “Partiamo dal presupposto che ho giocato cinque volte i playoff in Serie C - riporta viaemilianews.com - a temperature abbastanza elevate. È giusto anche ragionare delle categorie inferiori: qualche passo avanti sulle 17.15 è stato fatto. Se oggi si sbandiera ai quattro venti che ci saranno solo dieci partite e non saranno alle 16.30 vuol dire che un problema c’è”. Però noi non abbiamo sentito la gente fuori. Abbiamo sentito i rappresentanti all’interno delle squadre e ci hanno sottoposto questo problema. Poi non voleva essere una polemica, ma un contributo costruttivo. Abbiamo detto che non facciamo demagogia, e poi i calciatori di A non possono fare una richiesta? Tra l’altro riguarderà anche quelli di B e C. Qui nessuno ha detto che non si giocherà senza che si dica sì a queste richieste. Però non è possibile che non possiamo fare nemmeno una richiesta”.