Miceli: "Spero che il Catania possa risorgere dalle proprie ceneri"

23.06.2022 23:15 di Gianmarco Minossi   vedi letture
Miceli: "Spero che il Catania possa risorgere dalle proprie ceneri"
© foto di Federico De Luca

L'ex centrocampista del Catania Salvatore Miceli ha parlato ai microfoni di tuttocalciocatania del futuro del club etneo: "Per l’amore e la passione che Catania ha nei confronti della propria squadra di calcio meriterebbe senza ombra di dubbio di calcare ben altri palcoscenici. Peraltro mi dispiace tantissimo che un’altra grande piazza del Sud abbia perso la propria storia e sia costretta a ripartire dal basso. Spero però che Catania possa risorgere dalla proprie ceneri ripartendo ancora più bella e forte di prima attraverso un imprenditore, un gruppo o una cordata di soci molto seri e facoltosi che gettino delle basi realmente solide. Sul piano tecnico invece auspico che possano essere allestiti degli organici che abbiano dei valori tecnici ed umani paragonabili a quelli di questa stagione nella quale tutti quanti, dall’allenatore ai giocatori, hanno sempre offerto il massimo impegno e dedizione nonostante la precaria situazione societaria. A questo gruppo va tributato il giusto merito per un percorso assolutamente fantastico e per aver onorato nel migliore dei modi la maglia del Catania. Nel calcio di oggi, in cui il denaro è l’unica via da seguire, non era affatto semplice o scontato trovare dei calciatori che mettessero al primo posto la propria professionalità accantonando del tutto l’aspetto economico. Meritano senz’altro un grosso plauso per ciò che hanno dimostrato e spero che i sacrifici fatti qui a Catania possano essere ripagati e riconosciuti anche da altre società. Nonostante questo sia in assoluto il momento più cupo e difficile dell’intera storia calcistica catanese ai tifosi, che sono assolutamente fantastici, unici e straordinari, posso solo dire di continuare a stare accanto alla squadra come hanno sempre fatto nel corso degli anni facendo sentire a chi verrà tutto l’affetto e l’amore di questa piazza nei confronti della maglia rossazzurra".