Top & Flop di Monza-Viterbese

24.04.2019 20:20 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Giorgio Galli, TOP Monza
© foto di Federico Gaetano
Giorgio Galli, TOP Monza

Termina 2-1 la finale di andata di Coppa Italia Serie C disputata questa sera al 'Brianteo' tra Monza e Viterbese. In vantaggio i laziali con una girata da stropicciarsi gli occhi di Vandeputte, a sfruttare un approccio molle dei padroni di casa. Pareggio brianzolo ad opera di Brighenti in scivolata su assist di Galli. Prima del pareggio i gialloblù avevano rischiato il patatrac con un colpo di testa di Rinaldi che poteva trasformarsi in un'autorete mentre dopo il pari i biancorossi sono apparsi più in palla e sono andati vicini al raddoppio con Lepore che ha chiamato Valentini all'intervento decisivo. Nella ripresa il vantaggio si è concretizzato: fallo di mano di Tsonev e rigore realizzato da capitan D'Errico. Monza che è poi andato vicino al terzo gol in due occasioni: prima con Brighenti che si è divorato il 3-1 a tu per tu con Valentini, poi con Marchi il cui destro ha fatto la barba al palo. Tra 15 giorni la gara di ritorno: al 'Rocchi': si giocherà mercoledì 8 maggio alle ore 17.45. La Viterbese dovrà vincere per alzare la Coppa. Due risultati su tre per il Monza, che potrà accontentarsi anche del pari. Ecco quindi i top e flop dell'incontro:

TOP:

Giorgio Galli (Monza): il centrocampista viene preferito a Fossati e ricompensa la scelta di Brocchi con una gara perfetta. Prende tutti i palloni ed è protagonista sia sul primo gol, visto che recupera un ottimo pallone e poi fa il traversone decisivo per la rete di Brighenti in scivolata, sia sul secondo, dato che il rigore arriva a conclusione di un'azione che lo ha visto recuperare nuovamente la sfera. Con lui da segnalare la prestazione di un indiavolato Lepore ONNIPRESENTE

Jari Vandeputte (Viterbese): i laziali sembravano partire forte proprio sull'asse Vandeputte-Polidori ed è proprio il belga infatti a trovare il vantaggio gialloblù. Sugli sviluppi di una punizione arriva una girata perfetta del classe 1996, a Sommariva totalmente sorpreso così come Negro che lo lascia agire indisturbato. Da stropicciarsi gli occhi comunque la rete che vale veramente il prezzo del biglietto MAGIA

FLOP:

Il primo quarto d'ora del Monza
: troppo brutti per essere veri. Un approccio alla gara rivedibile, una squadra molle e insicura. Dopo questa sofferenza, il Monza è cresciuto, ha preso le misure e ha dimostrato maggiore attenzione. Ma quei 15' hanno fatto temere di rivedere un'altra imbarcata dopo le 3 sconfitte nelle ultime 4 gare di campionato ANCORA TROPPO TIMOROSI

Radoslav Tsonev (Viterbese): come sempre accade in questi casi, la croce finisce addosso a chi ha fatto l'errore decisivo. Suo il tocco di mano netto sul cross di Marconi che porta l'arbitro a fischiare il rigore e permette al Monza di ribaltare il risultato SPROVVEDUTO