Monza, Franco: "Rinnovo? Avevo un accordo in caso di promozione"

20.06.2020 17:15 di Giacomo Principato   vedi letture
Monza, Franco: "Rinnovo? Avevo un accordo in caso di promozione"
TMW/TuttoC.com

Il difensore Michele Franco si conferma un'assoluta garanzia per la Serie C e ottiene il sesto successo in terza serie aiutando il Monza nella scalata alla Serie B. "Sapete benissimo che vincere non è mai facile soprattutto quando hai la pressione del successo a tutti i costi e vieni indicato come una corazzata. Fa piacere essere stato ribattezzato “amuleto” - racconta il difensore a tuttosalernitana.com -, qui a Monza sono stato scelto da persone come Adriano Galliani che hanno una grandissima storia alle spalle. La società ha dimostrato di essere vincente, allestiranno una rosa per puntare direttamente alla A". 

Il futuro dell'ex Trapani e Salernitana dovrebbe essere ancora in Lombardia. "Avevo un accordo con la società per il rinnovo in caso di promozione, sto aspettando una chiamata per mettere nero su bianco - confida Franco -. Ci dobbiamo solo trovare l’accordo ma penso che non ci saranno problemi. Sarà una cosa che risolveremo a breve, non è vero che mi sento già un ex. Forse mi sono espresso male. Allestiranno una corazzata e spero di far parte dell’organico del futuro, magari per vincere il settimo campionato in carriera. Voglio ribadire un concetto: avere una rosa fortissima come la nostra non assicura il successo, siamo stati veramente bravi a restare sul pezzo. E’ difficile trovare un aggettivo per la nostra proprietà, per 20 anni hanno scritto la storia dello sport a livello internazionale. Trasmettono a chi lavora per loro una voglia incredibile e una straordinaria convinzione. Questo aiuta ad esprimerti al massimo". E sulle altre compagini di Serie C il terzino osserva: "A Bari vale lo stesso discorso fatto per la Salernitana. Sarà un terno al lotto, ma è chiaro che i biancorossi hanno fatto investimenti importanti e vanno tenuti d’occhio. Ormai, però, ci sono molte squadre che sanno giocare bene al calcio, la componente mentale farà la differenza".