Padova, Ronaldo: "Ho sbagliato, non doveva succedere. Chiedo scusa"

13.06.2022 11:00 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Ronaldo Pompeu da Silva
TMW/TuttoC.com
Ronaldo Pompeu da Silva
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Protagonista in negativo a causa dell'espulsione patita, Ronaldo, capitano del Padova, è in lacrime al termine della finalissima playoff del 'Barbera' che ha sancito la promozione del Palermo in B: "Avrei voluto piangere per la gioia" spiega il brasiliano come raccolto dai colleghi de Il Mattino. "Voglio chiedere scusa ai miei compagni, allo staff, alla società e ai tifosi per l’errore che ho commesso. Non doveva succedere per l’importanza che ho. Sono il capitano, ho sbagliato, mi assumo la colpa. Mancava ancora molto e avevamo tempo per ribaltare il risultato ma la mia espulsione ha tagliato le gambe a tutti. Chiedo scusa, non doveva succedere. A volte l’emozione e la voglia mi portano a essere troppo nervoso. Sono molto dispiaciuto perché meritavamo di più, anche perché eravamo riusciti a riaccendere in grande entusiasmo a Padova".

"Il Palermo è stato bravo a fare la propria partita poi la mia espulsione ha cambiato tutto - prosegue il centrocampista. - È mancata la grinta? Non credo, semmai solo un po’ di cattiveria nel portare gli episodi dalla nostra parte. Dispiace per come è andata e per quello che abbiamo passato insieme. Dispiace per il mister che ci ha dato tanto, ora arriveranno giorni difficili. Ma tutti noi meritiamo qualcosa di bello e speriamo che il prossimo anno arrivi, perché la piazza merita di andare in Serie B».

Si glissa però quando si parla di futuro: "Non credo che interessi a molti. Vedremo con calma quello che succederà. Io tengo molto a questa squadra e ho altri due anni di contratto. Sono convinto che le basi per raggiungere la Serie B ci siano. Chi resterà, potrà provare a raggiungere l’obiettivo".