Top & Flop di Monza-Como

19.01.2020 17:35 di Alessio Lamanna   Vedi letture
Francesco Marano - TOP
© foto di Giuseppe Scialla
Francesco Marano - TOP

Pari e patta nel derby tra Monza e Como: un 1-1 molto tattico, anche se qualche emozione c'è stata. Brianzoli senz'altro più pericolosi, con due traverse (Finotto sullo 0-0 e Armellino sull'1-1) e un costante tentativo di bucare la precisissima difesa avversaria. I lariani invece nel primo tempo se la sono giocata praticamente alla pari, perlomeno dal punto di vista del gioco, sbloccando il risultato con una bellissima rete di Marano al 25' e tenendo spesso il baricentro alto. Nella ripresa, dopo il gol di Paletta (48', colpo di testa a porta vuota a pochi metri dalla linea dopo una traversa sugli sviluppi di un corner), Banchini e i suoi hanno pensato più a non perdere. Ma il Monza si è reso pericoloso solo con la traversa di Armellino di cui sopra. Alla fine Como sotto una curva felice per la prestazione e anche per il risultato, ma anche i tifosi brianzoli tutto sommato possono dirsi soddisfatti: +10 confermato nonostante la partita insidiosa. Notevole la cornice di pubblico: oltre 6.500 spettatori.

Ecco top e flop del match: 
 

TOP 

Giuseppe Bellusci (Monza): si conferma l'ormai conclamata solidità difensiva biancorossa, minata solo da un gran tiro dalla distanza. Il suo compagno di reparto Paletta oggi si è trasformato in goleador, ma a livello di prestazione la palma di migliore va all'ex Catania, capace di arginare praticamente sempre i dinamici attaccanti del Como. INVALICABILE

Francesco Marano (Como): in una prestazione lariana globalmente positiva (ottimi i tre difensori, ma anche Peli, Bellemo e Celeghin), spicca la prestazione dell'ex Leonzio. Premiata la scelta di Banchini di schierarlo mezzala sinistra: il gol è una perla rara, la seconda consecutiva, ma "l'avvocato" si fa sentire anche in fase di rifinitura. SCINTILLANTE
 

FLOP

Mattia Finotto (Monza): attaccanti biancorossi che continuano a non finalizzare a sufficienza. Grave l'errore del numero 11 in occasione della traversa colpita nel primo tempo da posizione molto favorevole. Poi in un paio di occasioni non trova il tempo per il tiro e, prima di uscire, fa in tempo a impegnare Zanoti. IMPERDONABILE

Gabriele De Nuzzo (Como): l'avversario sulla sua fascia, Lepore, non è dei più facili. Il giovane lariano fatica a prendergli le misure, sempre ondeggiante tra il raddoppio sugli attaccanti biancorossi e la necessità di marcare l'ex Lecce. Giornata difficile, ma che lo farà crescere. NON MENO DI 5.5